Ecco il primo panorama a 360 ° della perseveranza della NASA dai tempi di Marte

Ieri sera (ora italiana) si è svolta la conferenza stampa dove si è svolta la squadra del JPL Ha rilasciato notizie importanti su Perseveranza della NASA! Il video dello sbarco del vagabondo suo marzo è stato forse il pezzo più interessante, almeno per il momento, ma ascoltare il primo file audio registrato attraverso uno dei microfoni è stato anche “eccitante”. Ma non è tutto! In effetti, è stato mostrato anche il primo Panorama marziano a 360 ° recuperato da questa missione!

Il panorama marziano ripreso dalla NASA Perseverance

Ricordiamo che questo è solo l’inizio della missione e che le immagini e l’audio miglioreranno quindi nel tempo. Nel frattempo, però, possiamo “Godere” Questo Panorama a 360 ° che è possibile vedere attraverso un visualizzatore. Non è la prima volta che abbiamo questo tipo di visione marzo, ma è il primo di Perseveranza della NASA e la missione Marzo 2020.

Le telecamere utilizzate per realizzare questo video sono quelle presenti “sulla testa” di Rover marziano chiamate Navcam. Queste telecamere non sono quelle della sezione “scienziato” ma come si può intuire dal nome, servono a mostrare agli ingegneri a cosa si avvicina Perseveranza della NASA evitare qualsiasi ostacolo e pianificare il percorso migliore insieme alle varie Hazcams.

Le telecamere utilizzate per la panoramica sono accanto a quelle contrassegnate come Mastcam-Z

Entrambe le telecamere sono posizionate in alto a circa due metri di altezza e hanno una Risoluzione di 20 MPixel con il sensore CMOS che ha pixel da 6,4 micron. Sono stati aggiornati dalla versione precedente con la possibilità di registrare i colori (RGB), consentendo di avere una migliore comprensione del terreno e degli oggetti. Inoltre è passato anche l’angolo di visuale da 45 ° x 45 ° a 90 ° x 70 ° permettendo di dimezzare il numero di foto necessarie per un panorama a 360 ° (da 10 foto si è passati a 5 foto). L’ampliamento della visione verticale consente anche vantaggi in termini di capacità visiva del rover e quindi degli ingegneri. La navigazione automatica avrà anche evidenti vantaggi da un angolo di visione più ampio che rende più facile per il computer scegliere il percorso giusto.

READ  Nuove tracce fossili scoperte nelle Alpi

Per chi ha gli occhiali anaglifi (quelli con lenti rosse e blu), è anche possibile vedere alcune delle immagini riprese durante l’atterraggio in tre dimensioni. È il lavoro di Nathanial Bradford che lavora per l’agenzia spaziale britannica e che ha voluto “svelare” questo piccolo omaggio a tutti.

Il “codice segreto” del paracadute Perseverance della NASA

Una piccola curiosità, priva di utilità scientifica, riguarda il paracadute utilizzato per rallentare l’ingresso nell’atmosfera di Perseveranza della NASA e visibile anche nel video ufficiale. La colorazione non era casuale ma l’aveva dentro un codice binario con un significato ben preciso, la frase “Osa cose potenti” oltre alle coordinate 34 ° 11′58 ″ N 118 ° 10′31 ″ W che è dove si trova il JPL a Pasadena, in California.

nasa marte paracadute

Come accennato, questo è fondamentalmente un file uova di Pasqua perché non c’era utilità scientifica per codificare queste parole e coordinate. Tuttavia, questa è una delle curiosità della missione Perseveranza della NASA che è solo all’inizio del suo viaggio su Marte. Molti altri ci aspettano nei mesi a venire e, vista la durata delle missioni precedenti, probabilmente oltre i due anni stabiliti.

Seguici sul nostro Canale Instagram, molte novità in arrivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *