Effetto green pass sui vaccini, prenotazioni previo avviso obbligatorio

Lazio: 38mila prenotazioni in poche ore – “Dall’annuncio del Presidente del Consiglio Mario Draghi in merito al Green Pass, abbiamo avuto più di 38.000 nuove prenotazioni di vaccini, una spinta significativa in una regione come il Lazio che ha ormai superato i 6,5 milioni di dosi e in cui il 62% della popolazione adulta ha completato il ciclo vaccinale”. Lo afferma l’assessore alla salute della regione Lazio Alessio D’Amato.

Nel Lombardia la media settimanale di 11.481 prenotazioni giornaliere registrata il 13 luglio è salita a quasi 20.000 negli ultimi sette giorni, con un picco di quasi 30.000 registrato mercoledì. Le prenotazioni sono quasi raddoppiate Bergamo. UNA piacere in due giorni sono passati da 350 a 1.000 al giorno.

Zaia: “Attacco alla diligenza da vaccinare” – “Per vaccinarsi, dalle telefonate ricevute dai call center, registriamo un assalto alla diligenza”, ha detto il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. “Le forniture rimangono costanti, ma la nostra ‘routine’ di immunizzazione ha visto un aumento delle richieste”.

Cirio: “In Piemonte raddoppiate le adesioni ai vaccini” – In Piemonte è già visibile un “effetto Draghi” legato al Passo Verde. A poche ore da
Decisioni del governo in materia, «raddoppiate le riserve di vaccinazioni contro il Covid-19». Lo ha detto il presidente Alberto Cirio a margine di un incontro in Regione. “Le decisioni del governo – ha sottolineato Cirio – hanno avuto l’effetto di raddoppiare le richieste di vaccinazioni in Piemonte: ogni ora sul nostro portale registriamo il doppio degli abbonamenti rispetto alla media dei giorni precedenti”.

READ  Gaming online: quali sono le piattaforme più calde del momento?

Nel Friuli-Venezia Giulia Ricominciano ad aumentare le prenotazioni per il vaccino anti-Covid: seimila in poche ore. Effetto passaggio verde anche in Liguria con oltre 5.500 prenotazioni entro due ore dalla formalizzazione dell’uso esteso del green pass. “Questo è il segnale che sempre più italiani stanno scegliendo la strada migliore – ha detto il presidente della regione Toti – e la scelta di utilizzare il pass verde è stata senza dubbio uno stimolo, registrato nelle ore successive alle parole di Draghi – ha spiegato – Penso che dimostrino che c’è un’Italia che pensa, che vuole la normalità e non vuole tornare a rinchiudersi in casa per decisioni sconsiderate o per qualsiasi supposta libertà, perché la libertà delle persone è quella di poter girare in tutta sicurezza, non potendo restare chiusi in casa”.

“Nel Liguria abbiamo raggiunto 5.500 vaccini riservati in due ore. Questo è il segnale che sempre più italiani stanno scegliendo la strada migliore da seguire e la scelta di utilizzare il pass verde è stata, senza dubbio, uno stimolo”. Lo ha detto il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti al misure adottate dal governo sull’utilizzo del green pass.

Nel Toscana nessuna urgenza di prenotare il vaccino anti-Covid il giorno dopo il via libera del Consiglio dei ministri al decreto che introduce l’uso del pass verde per accedere a determinati servizi ed eventi, ma sono aumentate le prenotazioni sul portale regionale della Toscana in questa settimana rispetto al precedente. “Dalla calma registrata quando il portale ha riaperto il 10 luglio, si è passati da lunedì 19 luglio a un aumento delle prenotazioni – spiega Andrea Belardinelli, responsabile per la sanità digitale e l’innovazione della Regione Toscana -: questa settimana abbiamo registrato 40.000 prenotazioni in più rispetto la settimana scorsa. .

READ  L'Italia sorride: la strada verso la finale è più facile senza la Francia | Prima pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *