era stato contagiato dalla moglie in India mentre viaggiava per adottare una bambina

Era partito per ilIndia con la moglie per riportare in Italia il bambino adottato insieme grazie all’associazione “Adoption Internationale” di Firenze. Tuttavia, la coppia è rimasta bloccata per diversi giorni a Nuova Delhi lo scorso aprile a causa della diffusione del variante indiana, in seguito ribattezzato Variante Delta. Tornati in Italia grazie a un volo di bio-contenimento effettuato grazie a una campagna di raccolta fondi, entrambi si sono rivelati positivi. Enzo Galli, 42 anni, è morto oggi per complicazioni della malattia. Era stato ricoverato in terapia intensiva e da allora le sue condizioni sono progressivamente peggiorate.

Variante indiana, coppia toscana bloccata in India per adozione: entrambi i coniugi hanno il Covid

Infetto in India

All’arrivo a Pisa, entrambi i genitori furono portati all’ospedale fiorentino di Careggi. Nei primi momenti sono state le condizioni di Simonetta Filippini, intubata in India, a preoccupare maggiormente i medici e a mettere in pericolo il rientro in Italia avvenuto grazie al volo sanitario attrezzato per il biocontenimento con la figlia.

Marito e moglie sono stati entrambi ricoverati il ​​9 maggio a Careggi mentre il bambino si è recato alla Meyer per la quarantena. Enzo Galli è stato invece ricoverato in un subintensivo. Il 24 maggio moglie e figlio erano a casa a Campi Bisenzio, dove vive la famiglia: erano ancora positivi ma in via di guarigione. Le condizioni di Enzo Galli invece sono rimaste gravi e gli è stato applicato un casco in ospedale per farlo respirare. Da allora l’uomo non ha mai lasciato l’ospedale ed è deceduto. A confermare la scomparsa dell’avvocato 45enne e amica di famiglia Elena Rondelli. “Questo è per me – ha sottolineato – il momento della preghiera, del silenzio e della vicinanza perché la vita di Enzo è stata per me la più grande testimonianza di amore per la famiglia”.

Condoglianze

Su Facebook sono arrivate le condoglianze del sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi. “Enzo Galli non ci è riuscito.
Si era ammalato di Covid al ritorno dall’India, dove si era recato con Simonetta per adottare la piccola Mariam Gemma. Tutta la nostra città si stringe attorno a sua moglie, sua figlia e tutta la famiglia”, ha postato sul suo profilo social.

Coppia toscana bloccata in India: “Trova un modo per venirci a prendere”

La storia

Dopo una settimana di appelli, richieste e annunci alle istituzioni, la situazione della coppia italiana bloccata in India era finita bene. Il 30 aprile è stata resa pubblica la storia di Simonetta Filippini, del marito Enzo Galli e della piccola Mariam. I due erano già in India da 15 giorni, prima che il Paese finisse nella gravissima crisi sanitaria dovuta ai contagi da Covid-19. Due settimane per completare le ultime pratiche per finalizzare l’adozione e poi tornare in Italia: ma mentre la coppia stava per imbarcarsi, il timbro positivo di Filippini ha bloccato tutto.

In quel momento il padre e la bambina sono rimasti in albergo in attesa dell’esito del caso, mentre Simonetta è stata prima ricoverata in un ospedale Covid a Nuova Delhi e poi trasferita in un hotel Covid. . Poi la notizia che le condizioni della donna erano peggiorate, facendo precipitare i coniugi che non vedevano scampo in totale preoccupazione. Così la famiglia ha deciso di organizzare un volo umanitario al costo di 130mila euro.

video

READ  Quel giorno, gli inglesi bruciarono il Campidoglio e consacrarono Washington

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *