Esme van Kampen furiosa per il “montaggio” di De Verraders: “Nauseante”

Esme van Kampen furiosa per il “montaggio” di De Verraders: “Nauseante”

Cosa c’è dentro Traditori non è sempre pulito, non dobbiamo dirtelo. Tuttavia, un’azione di Esme ha sorpreso molti spettatori. L’episodio ha mostrato Steven Brunswijk mentre parlava della morte di sua madre in un discorso. Esme ha poi suggerito che Stefano Keizers ha detto che Steven ha tenuto quel discorso “per generare simpatia, così le persone non si rendessero conto che era un traditore”.

Questo ha colpito duramente Steven. “Questo è davvero basso”, esclamò. “Divento velenoso per questo.” Il comico ha deciso di confrontarsi con Stefano, ma ha negato con veemenza. Quindi è sembrato agli spettatori che Esme l’avesse leggermente modificata, ma secondo lei non è vero. “Mi rattrista davvero che una certa modifica di me sia stata scelta nel secondo episodio di De Verraders e un’altra sia stata protetta da copyright”, ha scritto nelle sue Storie di Instagram.

“Presentarmi come qualcuno che usa la morte di una persona cara come un certo ‘mezzo’ nel gioco è davvero disgustoso ed è l’esatto opposto di chi sono e cosa rappresento”. Esme spiega che al momento delle registrazioni ha dovuto dire addio a un certo numero di persone nelle sue immediate vicinanze che sarebbero presto morte. Quindi puoi capire che la mia tolleranza per il problema era inesistente e il motivo per cui ho agito come un “informatore”.

L’attrice spera ardentemente che uno dei suoi co-protagonisti si assuma la “responsabilità”. “Spero che la persona con cui ho parlato nel programma un giorno si assuma la responsabilità e ammetta che la partita veniva giocata in modo troppo personale in quel momento”. Conclude il suo messaggio dicendo che tutto questo è “niente piscio di gatto”. “Mi fa male perché non ne ero responsabile, ma purtroppo ora sembra essere così. Lo trovo nauseante.

READ  Delia Duran, la moglie Alex Belli reagisce alla dichiarazione d'amore di Soleil/Scontro al GF VIP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *