Eurolega: Milan, il ritorno non basta, vince il Real 75-73

Finale pazzesco al Forum: gli spagnoli sono avanti di 11 punti a 2’57” dalla sirena, ma l’Olimpia ricuce tutto lo svantaggio e all’ultimo respiro Delaney ha la tripletta della vittoria ma rompe il ferro. Shields è infortunato, oggi esami

Emozioni incredibili al Forum nel match chiave della Giornata 16. Vero sorpasso sul campo dell’Olimpia nella serata dedicata al grande Gamba.

MILANO-REAL MADRID 73-75

Un finale incredibile premia il Real Madrid che schiaccia il Forum Assago e segna due punti pesantissimi. A 2’57” dalla sirena gli spagnoli erano avanti di 11 punti e lì il Milan si inventava una rimonta incredibile. Shields e le triple di Datome mandano in tilt gli spagnoli. La squadra di Laso (in casa per il Covid) ha sprecato ogni colpo vincente in linea, regalando a Delaney una tripla possibile di vittoria. Sparare sulla sirena, anche se ben costruita, fa comunque esplodere il ferro. L’Olimpia ha ancora il merito di aver giocato la carta del gong contro un candidato alla Final Four di Berlino e alla vittoria finale. Preoccupa però l’infortunio di Shields, che ha avuto un problema alla mano destra.

Il primo tempo racconta di un ottimo Milan in difesa ma balbettante in attacco. Certo, nel 7/22 due e 2/8 tre milanese c’è anche l’ottima difesa del Madrid che cresce con i minuti. La prima sirena scivola via al limite del pareggio: 19-18 Milan, che riesce a riempire l’area grazie ad un potente Melli (8 rimbalzi), ma il Real trova l’uomo giusto per intorbidare le acque. I 9 punti di Yabusele, di cui due triplette, all’inizio del secondo periodo danno il via al lungo ospite che centra anche il +10 (35-25). L’Olimpia segna solo 8 punti, sbagliando da sotto e contando solo sull’uscita di Shields. Lo zero perso dal Real, nel quarto, mette pressione, il 7/16 di tre è 35-27 dell’intervallo.

READ  "Davanti agli anni passati"

In totale, un leggero distacco per il Milan che deve però trovare un ritmo offensivo per restare in partita. Shields e Delaney provano a rispondere portando l’Olimpia a -4 in più occasioni ma la tripla ospite blocca ogni tentativo di rientro. I Los Blancos chiudono con 13/27 dall’arco, ancora in controllo, dirigendosi verso gli ultimi tre minuti in cui rischiano di vanificare tutto. Mettere sabbia nel motore delle certezze del Madrid è lo spropositato orgoglio milanese di una finale da raccontare. Delaney poi Shields sigla la tripla di -6 (67-73), gli spagnoli sciupano l’attacco e sulle rimesse poi Datome intasca i trepunti di -2 (72-74). Poi Causeur va in lunetta: mette la prima (75-72), sbaglia la seconda ma la ribattuta è di Tavares che rispedisce Hanga al franco.

Esce il primo e anche il secondo ma gli arbitri fischiano un’invasione. La rabbia del Forum esplode, ma l’ungherese sbaglia anche il terzo tentativo. A 5 secondi dalla fine il Milan torna con il pallone in mano. Fallo su Hall che va in lunetta: infila il primo e sbaglia volutamente il secondo. Il proiettile passa di mano in mano fino a colpire quello di Delaney, il cui triplo frantuma il ferro della sirena. Così, e solo così, il Real Madrid festeggia.

Milano: Scudi 18, Rodriguez 10, Delaney 9.

Real Madrid: Conversazione 17, Yabusele 15, Lullo 12.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *