Ex amministratore delegato lascia la scuola: “Twitter fuorvia utenti, governo e amministrazione privata”

Ex amministratore delegato lascia la scuola: “Twitter fuorvia utenti, governo e amministrazione privata”

L’informatore ed ex CEO di Twitter Peiter Zatko ha criticato la politica di sicurezza di Twitter durante un’audizione pubblica davanti a una commissione del Senato degli Stati Uniti. Si dice che la piattaforma inganni “il pubblico, i legislatori, i regolatori e il governo”.

Zatko ha trascorso un breve periodo come chief security officer di Twitter, dove ha affermato di aver riscontrato una serie di problemi di sicurezza che non sono stati affrontati dalla società, secondo la sua dichiarazione di martedì. “Ho scoperto che Twitter era guidato dal rischio e dalla crisi, piuttosto che guidato dal rischio e dalla crisi”.

In tal modo, molti rischi per la sicurezza informatica non verrebbero presi sul serio dai dirigenti senior, se queste informazioni arrivassero al consiglio. “C’era una cultura aziendale in cui solo le buone notizie venivano trasmesse al management”.


Preventivo

Non importa chi ha la chiave se non c’è la serratura della porta; chiunque su Twitter potrebbe vagliare le informazioni dell’utente per uso personale

L’informatore ed ex CEO di Twitter Peiter Zatko

Accedere

La maggior parte dei rischi per la sicurezza a cui si riferisce Zatko sono già stati comunicati da lui all’autorità di regolamentazione statunitense SEC (US Securities and Exchange Commission). Ad esempio, secondo quanto riferito, circa la metà di tutti i dipendenti di Twitter ha accesso a tutti i tipi di dati degli utenti, inclusi i numeri di telefono, gli indirizzi e-mail, gli indirizzi IP e le posizioni degli utenti.

“Non è esagerato dire che un dipendente all’interno dell’azienda potrebbe farsi carico di tutti i senatori di questo spazio. (…) Non importa chi ha la chiave se non c’è da serratura a porta; chiunque su Twitter potrebbe vagliare le informazioni degli utenti per uso personale”, ha detto al Senato degli Stati Uniti.

READ  Ripple perderà la sua causa con SEC su XRP

spie

Inoltre, Zatko afferma che Twitter ha impiegato diversi agenti stranieri senza fare nulla al riguardo. Si ritiene che almeno una spia del Ministero della Sicurezza di Stato cinese lavori nell’azienda. Si dice che anche un impiegato del governo indiano si sia infiltrato nell’azienda.

Peiter Zatko durante l'audizione pubblica.

Peiter Zatko durante l’audizione pubblica. © Getty Images

Zatko critica non solo Twitter, ma anche le agenzie governative che dovrebbero controllare i social media. Ad esempio, la Federal Trade Commission degli Stati Uniti avrebbe omesso di indagare adeguatamente se Twitter stesse effettivamente rispettando una precedente regola sull’uso degli indirizzi e-mail. “Ad essere onesti, non credo che la FTC abbia una possibilità contro [Twitter] date le dimensioni dei giganti della tecnologia. (…) Ora è come se queste società fossero autorizzate a correggere il proprio esame.

Dopo l’audizione della National Public Radio, Twitter è comprensibilmente in disaccordo con le affermazioni di Zatko, che in molti casi sarebbero infondate. “L’udienza di oggi conferma solo che le accuse di Zatko sono piene di incoerenze e imprecisioni”, ha detto.

Elon Musk

L’amministratore delegato della società in questione, Parag Agrawal, non ha potuto presenziare all’udienza nonostante un invito, che il senatore Chuck Grassley ha definito profondamente deplorevole. “Il caso di questo Comitato per la protezione del popolo americano dalle influenze straniere è più importante della causa civile di Twitter nel Delaware”.

Grassley si riferisce alla causa tra Twitter ed Elon Musk per l’acquisizione annullata di Twitter a causa della presunta grande quantità di spam e account bot sulla piattaforma. Per inciso, Zatko deve testimoniare anche in questo caso.

Peiter Zatko durante l'udienza.

Peiter Zatko durante l’udienza. ©AFP

Peiter Zatko durante l'audizione pubblica.

Peiter Zatko durante l’audizione pubblica. © Getty Images

Peiter Zatko al suo arrivo per l'udienza pubblica.

Peiter Zatko al suo arrivo per l’udienza pubblica. © PhotoNews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *