F1 in breve |  Sainz vuole rivedere le penalità in griglia

F1 in breve | Sainz vuole rivedere le penalità in griglia

Nella sezione F1 in breve F1Maximum.nl hai informato sulle ultime notizie dalla classe reale degli sport motoristici che semplicemente non meritano una menzione dettagliata, ma è ovviamente rilevante da menzionare sul sito web.

Sainz vuole rivedere le penalità in griglia

Prima del Gran Premio d’Italia, c’era una certa confusione su quale sarebbe stato esattamente l’ordine della griglia, poiché molti piloti avevano subito una penalità. Sono state suggerite molte diverse possibilità e Carlos Sainz conclude che c’è ancora troppa incertezza. Ape Settimana della velocità Lo spagnolo indica quindi di voler vedere la normativa rivista e chiarita. “La confusione sui rigori avviene due o tre volte l’anno, dobbiamo ripensarci. Come sport dobbiamo reagire bene a una situazione del genere. Il focus deve essere sulla competizione, con uno spettacolo equo per tutti”. disse il pilota Ferrari.

Shwartzman guida la VT1 per la Ferrari nel GP degli Stati Uniti

Robert Shwartzman correrà sulla Ferrari di Charles Leclerc o Carlos Sainz durante le prime prove libere sul Circuit of the Americas, riporta Autosport.com. Quest’anno una squadra deve dare a un debuttante due volte la possibilità di guidare una prima sessione di prove libere e la Ferrari ha perdonato una delle due sessioni di prove libere. L’altra formazione sarà tenuta anche da Shwartzman, Laurent Mekies già indicato in Ungheria. Non è ancora noto quando il pilota tornerà in F1-75.

Monza apre inchiesta per cattiva condotta dei tifosi

L’autodromo di Monza ha aperto un’indagine sulla cattiva condotta dei tifosi al Gran Premio d’Italia, così tardi NU.nl sapere, conoscere. Abbiamo visto online che i fan di Max Verstappen sono stati molestati da uomini con le magliette della Ferrari e hanno dovuto togliersi i cappelli della Red Bull. Sono circolate anche immagini di canti in cui Verstappen e la sua famiglia sono stati insultati verbalmente in italiano.

READ  Le migliori offerte del Cyber ​​Monday MediaWorld: iPhone, Samsung, TV e altro

“Per il circuito di Monza, è una priorità assoluta che tutti i fan vivano un’esperienza piacevole durante la loro visita”, ha scritto il circuito in una nota. “Ecco perché abbiamo avviato un’indagine su vasta scala e verranno prese le misure necessarie per garantire che ciò non accada di nuovo in futuro”.

Herta assente dalla squadra di test della McLaren

La McLaren ha appena annunciato l’elenco dei piloti autorizzati a provare sul circuito di Barcellona per il team di Woking. I piloti IndyCar Pato O’Ward e Alex Palou correranno per la McLaren. Il più assente è Colton Herta, che nelle ultime settimane è entrato sempre più spesso nella conversazione su un posto in Formula 1.

Herta ha già superato un primo test con il team all’inizio di quest’anno. Si dice che presto inizierà i test per l’Alpine, aumentando le possibilità che la FIA gli dia la patente per guidare per l’AlphaTauri il prossimo anno nonostante abbia troppi pochi punti patente.

=https://twitter.com/McLarenF1/status/1570057471141773313?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1570057471141773313%7Ctwgr%5Ef368229538d5ac2dab7f09442c329dba1caa7d98%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fracingnews365.nl%2Fmclaren-bevestigt -test-line-up-special-absent” data-service=”twitter”>

Il GP di Monaco ancora qualche anno nel calendario della F1

Il Gran Premio di Monaco era già nel calendario concept della prossima stagione, ma sembra che la prestigiosa corsa su strada si svolgerà anche dopo il 2023, come riportato dal generalmente ben informato Tobi Grüner su Twitter. La domanda era sempre se la Formula 1 volesse prolungare il contratto con il Gran Premio di Monaco, ma dallo sport stesso c’erano molti rumori che il circuito cittadino dovesse rimanere. Tuttavia, non è ancora noto per quanto tempo la gara rimarrà in calendario.

READ  La Lazio, avversaria del Feyenoord, tiene d'occhio il vantaggio italiano con una clamorosa vittoria | calcio olandese

=https://twitter.com/tgruener/status/1569681680960749569″ servizio dati=”twitter”>

La F1 sta nuovamente esplorando le possibilità di una griglia inversa nelle gare sprint

Stefano Domenicali vuole sessioni più competitive e meno sessioni di prove libere in Formula 1, considerando anche l’introduzione di una griglia invertita durante le gare sprint. Ad esempio, il CEO dello sport ritiene che il terzo turno di prove libere di sabato non sia necessario. “In una sessione devi essere in grado di segnare punti, completare i giri di qualificazione o qualificarti per una gara abbreviata”, ha detto Domenicali. Corriere della Sera. “Forse durante queste gare sprint ci viene in mente un griglia invertita. È bello vedere dei sorpassi e abbiamo l’obbligo di provarci.

Binotto nega che sia stato Verstappen a fischiare

Durante il weekend di Monza, ci sono stati diversi momenti in cui i tifosi italiani hanno potuto sentire dei fischi. Quando Max Verstappen ha vinto la gara ed è stato intervistato, le urla sono state ascoltate ad alta voce in TV e la produzione ha abbassato il volume. Tuttavia, il capo del team Ferrari Mattia Binotto nega che fosse rivolto a Verstappen.

“I Tifosi pensavano che la safety car si sarebbe potuta fermare e che avremmo potuto fare qualche giro perché ci fosse un’altra lotta in pista”, spiega Binotto. Gli italiani non sono riusciti a far uscire di pista in tempo la vettura di Daniel Ricciardo, quindi si è deciso di concludere la gara dietro la safety car. Ciò ha suscitato molto scalpore, poiché i fan avrebbero voluto vedere un finale diverso. Binotto ritiene quindi che i fischi fossero rivolti alla direzione della gara.

READ  "Biden è in impasse" Disastro in Afghanistan, americani sotto scacco da Isis e talebani - Il Tempo

Hamilton ha avuto dei flashback ad Abu Dhabi a causa delle finali del GP d’Italia

Il Gran Premio d’Italia ha avuto uno strano finale, dopo che una safety car in ritardo ha impedito alla pista di liberarsi ed è finito dietro Bernd Mayländer. Per Lewis Hamilton, ha riportato “ricordi indietro”, ha detto sport del cielo. Queste sono le regole come dovrebbero essere, giusto? C’è solo una volta nella storia di questo sport in cui oggi non hanno applicato tali regole ed è stato allora che ha cambiato il risultato del campionato”. Il pilota Mercedes al finale della scorsa stagione ad Abu Dhabi “Ma è quello che è”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *