Facciata Grote Kerk Zwolle restaurata con tufo “vulcanico” proveniente dall’Italia

Facciata Grote Kerk Zwolle restaurata con tufo “vulcanico” proveniente dall’Italia

Zwolle – Le pareti dell’Academiehuis de Grote Kerk a Zwolle sono state restaurate con tufo proveniente dall’Italia. Tipo di roccia formata da vulcani esplosivi. Molte chiese olandesi hanno facciate in tufo. Come la Domkerk di Utrecht, la Cattedrale di San Giovanni a ‘s-Hertogenbosch, l’Eusebius di Arnhem e la Grote Kerk di Zwolle.

La scorsa settimana, i dipendenti dell’azienda specializzata in stuccatura Van Heldoorn di IJsselmuiden stavano lavorando allo strato inferiore della facciata della Grote Kerk. Un lavoro specializzato dove a volte riescono a sostituire solo 25 mattoni al giorno. “Se lo dici a un nuovo muratore edile, ti dirà: ‘Cosa hai fatto per il resto della giornata?’ dice l’impiegato Van Heldoorn che chiama il lavoro personalizzato. “Si tratta davvero di vestibilità e misura. Ogni pezzo di pietra deve essere tagliato a misura e posizionato. Quindi tutto viene aggiunto di nuovo. Non con il cemento, ma con la malta di calce originale.

Il dipendente è orgoglioso del lavoro: “Un sigillo appena installato durante un restauro è un successo se non si vede che ci sei stato”. L’azienda lavora al restauro del muro esterno dal 2021. Le pietre di tufo sono fornite dagli scalpellini Slotboom di Winterswijk e provengono dall’Italia.

(il testo continua dopo la foto)

tufo tedesco e italiano

Nel Medioevo il tufo veniva spesso utilizzato come materiale da costruzione. Nei Paesi Bassi, ciò riguardava principalmente il tufo Römer della regione di Mayen. È stato vinto principalmente nel eiffel, spedito dal porto di Andernach e commerciato attraverso luoghi come Colonia, Utrecht e Deventer, dopo di che è stato trasportato attraverso il Reno e IJssel inoltre è stato spedito ai cantieri. Per lo più furono costruite chiese in tufo, ma anche edifici secolari come palazzi e case. Di data più recente è il tufo d’Italia. Si tratta di Peperino, una variante del tufo, rinvenuto nei pressi del Città italiana di Viterbo.

READ  M5s, Crimi sfida Grillo e inizia a votare il cda su SkyVote (evitando Rousseau) - Corriere.it

Il tufo è formato da cenere e detriti espulsi da un vulcano e poi mescolati con acqua. Il tipo di pietra è relativamente morbido e quindi facile da lavorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *