FOTO delle nuvole più estreme e insolite della Terra

Stanotte in cielo non c’è solo una spettacolare luna piena, ma anche affascinante nuvole notturne, cioè, le nuvole più estreme e insolite sulla Terra. Queste nuvole lasciano gli italiani senza parole: i social network sono inondati di immagini da tutto il Centro Nord Italia (vedi foto nella gallery scorrevole sopra).

Questo tipo di nuvola passa inosservato il resto dell’anno ma è particolarmente visibile nell’emisfero settentrionale verso solstizio d’estate, che quest’anno è caduto il 21 giugno. Nuvole notturne, a volte chiamate nuvole blu elettrico per il loro colore, sono un tipo di nuvola visibile ad occhio nudo solo poche settimane all’anno intorno al solstizio d’estate, quando le condizioni atmosferiche e l’inclinazione del sole sono ideali.

Queste nubi si formano a circa 80 km dalla superficie terrestre, nella mesosfera, molto più alte delle nuvole normali, che si formano quasi tutte nei primi 15 km dell’atmosfera. La temperatura nella mesosfera raggiunge -143°C nella sua parte più alta. Le nubi notturne sono costituite da cristalli di ghiaccio molto piccoli, fino a 100 nm di diametro. I cristalli di ghiaccio si formano sui nuclei di condensazione, come micrometeoriti o fughe di razzi, oppure possono formarsi direttamente dal vapore acqueo.

Per quanto riguarda il loro nome, noctilucente deriva dal latino e significa “brillare di notte”. Il nome deriva quindi dal fatto che brillano di blu elettrico nel cielo scuro. Possono avere una varietà di forme. Di solito sono bianchi, azzurri o elettrici. A volte vengono riportati anche i colori rosso o verde. Possono anche apparire come bande informi, ma di solito hanno un aspetto sottile e filamentoso con increspature e vortici.

READ  "Poche settimane e saremo costretti a chiudere di nuovo": dati del matematico del Cnr Sebastiani. "Caso caduto? Stai già frenando"

giugno e luglio offrono le migliori opportunità per vedere queste nuvole nell’emisfero settentrionale (per l’emisfero australe, invece, a dicembre e gennaio). Queste incantevoli nuvole, tuttavia, sono visibili solo nelle aree tra 45 e 60° latitudine, che comprende quindi Milano, Torino, Venezia, Londra, Berlino, Calgary, Montreal, Minneapolis e Seattle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *