Fred paralizzato è stato commosso dall’aiuto della sospensione dell’esecuzione

Fred (66) è stato abituato a prendersi cura di sé per tutta la vita, ma quando subisce una lesione cerebrale dopo un incidente in immersione ed è paralizzato da un lato dopo un’operazione, perde subito la sua indipendenza. La sua casa ora è diventata un grosso ostacolo. Riusciranno Martijn Krabbé e la sua squadra a trovargli una nuova casa in “Esecuzione posticipata?”.

“Non riesco più a risolverlo”

Sembra che la sfortuna continui a perseguitare Fred: quando subisce danni cerebrali e PTTS dopo un incidente in immersione, fa del suo meglio per riprendersi. Lavora come autista di autobus e insieme alla sua ragazza Annemarie riesce a sbarcare il lunario. Sfortunatamente, le cose vanno storte dopo un po’: Fred si scopre che i vasi sanguigni si sono ristretti e ha bisogno di un intervento chirurgico. Se durante l’operazione un coagulo di sangue finisce nel suo emisfero destro, rimane paralizzato sul lato sinistro. Dopo anni di riabilitazione, può percorrere brevi distanze, ma il lavoro non è più possibile. La sua mano sinistra non funziona più.

Leggi anche:

Lacrime nella sospensione dell’esecuzione: “Devo lasciare la casa di papà”

Fred ora è prigioniero nella sua stessa casa: nonostante abbia un montascale che gli consenta di alzarsi dal basso, la sua casa è molto angusta e per il resto mal attrezzata per una persona disabile. Fred trascorre le sue giornate principalmente al piano di sotto nella sua camera da letto. Spera che Martijn Krabbé e il suo team possano aiutarlo a trovare una sistemazione adeguata, al piano terra e adattata alla sua disabilità. Fred è a corto di intelligenza. Quando riceve la visita dell’allenatore economico Eef van Opdorp, dice che non riesce più a vedere il legno per gli alberi. “Non riesco più a risolverlo, ecco perché ti ho chiesto di aiutarmi per favore”, ha detto con le lacrime agli occhi.

READ  Oroscopo Paolo Fox, oggi 29 agosto 2021 / Pesci, Scorpione e Cancro: chi al vertice?

anteprima in miniatura

Leggi anche:

Martijn Krabbé dice addio al rinvio dell’esecuzione: “L’ultima volta”

Solo che non ha molti soldi da spendere: per la sua casa attuale prenderebbe circa 270.000 euro e poiché il suo mutuo è stato estinto, ha anche circa 270.000 euro da spendere per una nuova casa. Poiché non ci sono case in questa fascia di prezzo nella sua attuale città natale di Schiedam, dovrà trasferirsi. Questo crea solo un nuovo problema: la sua ragazza Rosemarie ha un lavoro nell’attuale luogo di residenza e quindi non ama trasferirsi e cercare un nuovo lavoro. L’agente immobiliare Alex van Keulen offre sempre l’affitto, in modo che possano mettere i soldi della loro casa venduta nella loro banca e viverci.

anteprima in miniatura

Leggi anche:

Il team di esecuzione del rinvio deve affrontare la sfida più grande di sempre: “Nessuna possibilità”

A Fred e alla sua ragazza viene detto di prendere una decisione, ma se non l’hanno fatto un mese dopo, Martijn viene a raccontare la sua storia. Poiché Fred e Rosemarie non vogliono trasferirsi o affittare, si offre di rinnovare la casa attuale. “Pensiamo che tutto sia possibile e ad un certo punto devi solo fidarti di noi”, dice a Fred. Anche Martijn si scopre che ha una sorpresa per Fred: poiché la squadra vede che si sta consumando a casa, sperano alla fine di farlo lavorare. È stato trovato un posto di lavoro dove avrebbe potuto lavorare con la sua disabilità. Fred reagisce con grande entusiasmo: “Penso che andrà bene. Se l’avessi saputo prima, sarei andato molto prima”.

anteprima in miniatura

Leggi anche:

La donna vittima di una frode è sull’orlo della sospensione dell’esecuzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.