Gasunie firma un contratto di fornitura di GNL per sostituire il gas russo |  ADESSO

Gasunie firma un contratto di fornitura di GNL per sostituire il gas russo | ADESSO

Gasunie ha stipulato due contratti di fornitura di gas naturale liquefatto (GNL). Ciò porterà maggiore certezza sull’approvvigionamento energetico, ora che le forniture di gas della Russia sono sotto pressione. Sono stati firmati contratti con CEZ e Shell Western LNG, che forniranno 7 miliardi di metri cubi di gas via Eemshaven a Groningen.

Per impedirci di rimanere senza energia il prossimo inverno, l’azienda vuole importare ulteriore GNL. Ciò riduce la nostra dipendenza dal gas russo, la cui fornitura è stata sottoposta a pressioni dall’invasione russa dell’Ucraina.

Per poter importare più gas naturale liquefatto, è in costruzione un nuovo terminal a Eemshaven, tra l’altro, per mezzo di due piattaforme galleggianti. Ogni anno, attraverso le due piattaforme, saranno disponibili 8 miliardi di metri cubi di GNL.

Ora Shell e CEZ forniranno 7 di questi 8 miliardi di metri cubi. Per gli altri miliardi di metri cubi si cerca ancora un fornitore, riferisce Gasunie, che è il gestore del nuovo terminal del porto di Groningen.

Oltre al nuovo terminal di Groningen, a Rotterdam sono in corso i lavori per l’ampliamento di un terminal GNL esistente. Con i due progetti insieme, i Paesi Bassi possono importare il doppio di GNL rispetto a prima.

READ  La Germania può gestire il divieto di importazione di gas russo, afferma Scholz, i comuni hanno dei dubbi ORA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *