Gert-Jan Segers in un dibattito parlamentare: “L’uso dei biglietti corona deve essere limitato” | Interno

Segers chiede alla deputata VVD Judith Tielen se i biglietti corona sono ancora giustificati nella “fase endemica” con cui i visitatori dei caffè, delle competizioni culturali o sportive devono dimostrare di essere stati vaccinati, testati o curati. Tielen sottolinea che non siamo ancora nella fase in cui il corona è sotto controllo e parte integrante delle nostre vite. In una fase endemica molte persone si ammalano ancora a causa di un virus, ma il numero dei contagi e dei malati non è più un problema.

“In una fase endemica, non tutte le misure sono più appropriate”, spiega Segers. “Dobbiamo anche garantire la libertà delle persone, avere un occhio di riguardo alla proporzionalità”. Il biglietto d’ingresso è stato introdotto come misura temporanea che, secondo Segers, non è più proporzionale.

Tielen rileva che con un numero record di contagi, non siamo ancora nella fase endemica. “Non siamo ancora alla fine della partita”. Pertanto non vuole ancora escludere alcun mezzo.

Nel frattempo, potrebbero esserci anche problemi pratici con il corona pass. Da febbraio è valido solo per nove mesi dopo una vaccinazione completa o un richiamo. Tuttavia, i giovani non possono beneficiare di questo colpo extra.

Lungo termine

Secondo SP e PVV, il corona pass non può in alcun modo essere una soluzione a lungo termine, soprattutto ora che non sembra funzionare così bene contro il trasferimento della variante più contagiosa dell’omicron.

L’azienda manterrà il corona pass per il settore della ristorazione, teatri, cinema, eventi e per il pubblico alle competizioni sportive per il momento. Il piano per l’introduzione del 2G in alcuni luoghi, in base al quale scade l’opzione di test, è stato per il momento abbandonato. Lo stesso vale per l’introduzione del corona pass sul posto di lavoro.

READ  "Il maestro in coma a Genova? Ema deve valutare nuovi limiti di età" - Libero Quotidiano

Una ricerca di TU Delft, UMC Utrecht ed ErasmusMC ha recentemente dimostrato che l’introduzione del 2G non ha molto senso per prevenire le infezioni e che anche il corona pass nella sua forma attuale (3G) ha un effetto limitato. Il ministro Kuipers (Sanità pubblica) ha affermato che il passaggio ha avuto un “effetto smorzante”.

L’effetto esatto di ogni singola misura dipende dal comportamento delle persone, ha detto Kuipers. Anche perché c’è ancora un pacchetto di misure in vigore, che, secondo il ministro, non consente di distinguere gli effetti per provvedimento.

Un gran numero di partiti alla Camera voleva sapere dal gabinetto quanto fosse davvero efficace il biglietto d’ingresso corona (CTB). Kuipers non aveva una risposta concreta a questo.

Secondo il ministro, l’effetto esatto del CTB dipende da come verrà utilizzato il codice QR in futuro e dallo stato dell’epidemia in quel momento. Kuipers ha osservato che anche una piccola riduzione percentuale può ancora prevenire molti pazienti con molte infezioni. Il leader dell’SGP Kees van der Staaij ha definito il ragionamento “ogni piccolo aiuto” e si è chiesto se i professionisti abbiano sempre superato i contro. “Il problema con CTB non è che è troppo leggero nei periodi buoni e troppo pesante nei periodi cattivi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.