Gli astronomi scoprono una delle galassie più lontane

Gli astronomi scoprono una delle galassie più lontane

La galassia, JD1, è una delle più distanti e deboli conosciute, e la vediamo com’era circa 13,3 miliardi di anni fa, quando l’Universo aveva circa il 4% della sua età attuale.

La nostra visuale più nitida ingrandisce

La scoperta si deve al più potente telescopio spaziale che abbiamo, James Webb. Grazie ai sensori della sua camera a infrarossi, i ricercatori sono stati in grado di determinare l’età della galassia, la sua distanza dalla Terra e il numero di stelle.

Non è stato facile, poiché JD1 si trova dietro un grande ammasso di galassie vicine, Abell 2744, che devia la sua luce. Ciò fa apparire JD1 più grande e più luminoso, un fenomeno noto come lente gravitazionale.

Per lo stesso motivo non è stato possibile studiare la prima generazione di galassie – uno degli obiettivi più importanti dell’astronomia – fino all’arrivo del potentissimo telescopio spaziale.

E anche per il James Webb Telescope, è una scoperta speciale, dicono gli astronomi.

“Prima che James Webb fosse attivato un anno fa, non potevamo nemmeno sognare di confermare l’esistenza di una galassia così debole”, ha detto in una nota Tommaso Treu, il secondo autore dello studio. comunicato stampa.

READ  La NASA condivide le immagini di enormi buchi neri: "Potrebbero essere costituiti da miliardi di stelle"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *