Gli scienziati scoprono infatti sulla luna dove la temperatura è sorprendentemente confortevole

Gli scienziati scoprono infatti sulla luna dove la temperatura è sorprendentemente confortevole

La temperatura oscilla leggermente intorno ai piacevoli 17 gradi Celsius.

I primi pozzi sulla luna sono stati scoperti nel 2009. Da allora, gli scienziati si sono chiesti se potessero portare a grotte che potrebbero potenzialmente fungere da rifugi per astronauti o coloni lunari. Dopotutto, in queste grotte sono al riparo dai raggi cosmici, dalla radiazione solare e dalle micrometeoriti. L’unica domanda urgente è: la temperatura è un po’ confortevole? Un nuovo studio è ottimista.

La luna
La luna è un luogo aspro e ostile. Non solo la superficie è bombardata da radiazioni nocive, ma le temperature salgono a 127 gradi Celsius durante il giorno, mentre si raffreddano a -173 gradi Celsius di notte. Questo perché la superficie è bagnata dalla luce solare di lunedì, che dura circa 15 giorni terrestri. Questo aumenta la temperatura così in alto che l’acqua inizia a bollire. Quando il sole tramonta durante la notte lunare – che dura anche quindici giorni terrestri – la temperatura scende ben al di sotto dello zero. Quindi, se vogliamo andare sulla luna, dovremo trovare luoghi in cui le condizioni siano più piacevoli. E forse possiamo trovare la nostra salvezza nelle fosse lunari.

bene
“Le fosse lunari sono caratteristiche affascinanti sulla superficie lunare”, ha affermato il ricercatore Noah Petro. In totale, ci sono circa 200 pozzi sul nostro satellite naturale. Circa sedici di loro sono probabilmente tubi di lava crollati. I tubi di lava, che si trovano anche sulla Terra, si creano quando la lava fusa scorre sotto un campo di lava raffreddato o forma una crosta sopra un fiume di lava, creando un lungo tunnel cavo. Quando il “soffitto” di un tubo di lava solidificata crolla, si apre una fossa che può portare a una grotta.

Qui vedete tre immagini della stessa fossa sulla luna. Le foto sono state scattate dal Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA. Il pozzo è profondo circa 34 metri e largo 65 per 90 metri. Potrebbe esserci una grotta sotterranea nascosta dietro di essa. Immagine: NASA/GSFC/Arizona State University

Sebbene questa costruzione suggerisca che le fosse lunari e le grotte siano luoghi adatti per ripararsi, sorge la domanda su quali siano le condizioni termiche. I ricercatori si sono quindi rivolti ai dati raccolti dalla termocamera Diviner a bordo del Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA per scoprire se la temperatura nelle fosse lunari differisse dalla temperatura della superficie.

READ  Ancora piogge e temporali al centro-nord, allerta gialla in 11 regioni

Tranquillita cavalla
La squadra si è concentrata su una fossa lunare profonda circa 100 metri che può rivaleggiare con le dimensioni di un campo da calcio. Il pozzo si trova in una zona lunare nota come Mare Tranquillitatis. I ricercatori hanno quindi studiato la roccia e la polvere lunare qui presenti per rivelare la temperatura prevalente nella fossa.

Il pozzo studiato a Mare Tranquillitatis. Immagine: NASA/Goddard/Arizona State University

Cosa sembra? I risultati sono abbastanza ottimisti. Ad esempio, i risultati mostrano che la temperatura nelle parti permanentemente ombreggiate del pozzo oscilla solo leggermente di lunedì, intorno ai 17 gradi Celsius.

Grotta
È promettente. Se questo pozzo è collegato ad una grotta retrostante – come suggeriscono le foto – allora probabilmente anche in questa grotta c’è una temperatura gradevole. I ricercatori sospettano che l’ombra a strapiombo sia responsabile di questa temperatura costante, che impedisce al mercurio di salire troppo in alto durante il lunedì, impedendo che troppo calore si dissipi durante la notte.

Quindi sembra che le fosse e le grotte lunari siano buoni posti in cui soggiornare per i futuri coloni lunari. Questi sistemi sotterranei potrebbero quindi rappresentare i primi habitat sicuri per l’uomo su un altro corpo celeste. “Le persone vivevano nelle caverne molto tempo fa”, ha detto il ricercatore David Paige. “E se vivremo sulla luna, forse vivremo di nuovo nelle caverne.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *