Guasto al motore su un viale italiano |  Da Dongen Reader

Guasto al motore su un viale italiano | Da Dongen Reader

Lettere ai lettori

Recensioni | “Involontariamente troppo duro per i non vaccinati” sono parole vuote

Una risposta tardiva all’articolo “Involontariamente troppo duro per i non vaccinati” di venerdì 3 febbraio. Sono un naturopata e uno dei non vaccinati, e sono stato ridicolizzato molte volte e anche messo da parte. So che c’erano davvero alternative al “jab”. Ma questo non si poteva sapere, perché le siringhe acquistate dovevano essere portate all ‘”uomo comune”. Che erano terribilmente spaventati e incoraggiati a prendere comunque “il colpo”. Mi sono sentito minacciato quando Hugo de Jonge ha detto: “Conosciamo tutti i codici postali, e ogni casa e ogni braccio lo sono”. E: “C’è qualcosa di decadente nel pensare di poter dire grazie per l’unico strumento che ci farà uscire dalla crisi”. Che arroganza da parte di uno che non ha conoscenze mediche! Quando il dottor Rob Elens di Asten ha usato un rimedio alternativo con il quale ha portato via molte persone dall’ospedale, tutte sopravvissute, ha dovuto pagare una multa di migliaia di euro all’Ispettorato dei Servizi Sanitari! Non mi è stato permesso di entrare al Theater aan de Parade perché avevo fatto “la prova sbagliata”. Era lo stesso test dei fornitori regolari, ma sono stato interrotto quando volevo avere una conversazione. Perché “avere una conversazione”? Questo mi è stato reso impossibile da un manager: “Signora, non discuterò con lei”! Notabene, siccome la gente si metteva con arroganza davanti agli orfani con un biglietto d’ingresso e veniva permesso di vedere uno spettacolo, sono potuta tornare a casa delusa. Qualcuno che è appassionato di salute. Belle parole vuote di un presidente del Consiglio che non si assume alcuna responsabilità. È tempo di un suono diverso.

READ  In bicicletta nelle Marche: nella mente di Marco | Cicloturismo

Dongen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *