Guerra Hamas-Israele, attacco su Rafah: Colpito un asilo, 128 vittime. Allontanato laccordo sugli ostaggi – Hamelin Prog

Guerra Hamas-Israele, attacco su Rafah: Colpito un asilo, 128 vittime. Allontanato laccordo sugli ostaggi – Hamelin Prog

Guerra Hamas-Israele: attacco a Rafah, colpito un asilo con 128 morti

Nelle ultime ore, un terribile attacco ha colpito la città di Rafah nella Striscia di Gaza, alimentando ulteriormente la già drammatica situazione di guerra tra Hamas e Israele. Secondo le ultime informazioni, un asilo è stato raso al suolo causando la morte di 128 persone, principalmente donne e bambini.

L’accordo sugli ostaggi si allontana

Nel frattempo, le speranze di raggiungere un accordo per il rilascio degli ostaggi si stanno allontanando. Una proposta di accordo sul cessate il fuoco e il rilascio degli ostaggi presentata da una delle parti è stata respinta da Hamas, il quale ha invece chiesto il rilascio di un numero maggiore di detenuti palestinesi.

Nuova missione di Blinken in Medioriente

In un tentativo di mediare la situazione, il Segretario di Stato degli Stati Uniti, Antony Blinken, si appresta ad intraprendere una nuova missione di pace in Medioriente. Questo sarà il quinto viaggio di Blinken nella regione dall’inizio del conflitto e dimostra l’impegno degli Stati Uniti nel cercare una soluzione pacifica.

Durante la sua missione, Blinken visiterà paesi chiave come l’Arabia Saudita, il Qatar, l’Egitto, Israele e la Cisgiordania occupata. Si incontrerà con i leader di queste nazioni per discutere delle ultime sviluppi nel conflitto e cercare di creare una base per un dialogo che possa portare alla fine delle ostilità.

Cinque combattenti curdi uccisi in attacco di un drone contro una base americana in Siria

Nel frattempo, una tragica notizia arriva dalla Siria, dove un attacco di un drone ha colpito una base americana uccidendo cinque combattenti curdi. Questo attacco suscita ancora una volta preoccupazioni sulla stabilità nella regione e sulla presenza delle forze americane.

READ  Varsavia: No alle armi a Kiev, dobbiamo difenderci. Al centro il dilemma del grano ucraino, ma i due Paesi... - Hamelin Prog

Nonostante gli sforzi internazionali, la guerra tra Hamas e Israele sembra intensificarsi, con attacchi sempre più mortali e un accordo per il rilascio degli ostaggi sempre più lontano. L’arrivo di Blinken in Medioriente potrebbe portare nuova speranza, ma la strada verso la pace sarà ancora lunga e difficile da percorrere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *