Guerra, sanzioni e borsa chiusa: enorme perdita per gli investitori in Russia

Guerra, sanzioni e borsa chiusa: enorme perdita per gli investitori in Russia

“Il mercato azionario è un mercato dei capitali importante per le imprese e un mercato azionario ben funzionante è positivo per il clima aziendale. È nell’interesse di investitori e investitori”, afferma Ralph Wessels, Chief Strategy Officer di ABN Amro. “L’economia russa subirà un duro colpo, con tutte queste sanzioni e società che se ne andranno. Tutto questo sarà legato alla Russia per molto tempo, per allontanare aziende e investitori e impedire alle società russe di finanziarsi e crescere. “

Il valore di mercato della Borsa di Mosca, il valore di mercato di tutti i fondi azionari quotati, era di 650 miliardi di dollari all’inizio di quest’anno e rimane solo una frazione di tale importo. Un sesto del valore di mercato, ovvero circa 85 miliardi di dollari, è detenuto da investitori istituzionali esteri, compresi i fondi pensione. Sarà quindi necessario svalutare significativamente gli investimenti russi.

L’ABP era puntuale

Il fondo pensione ABP è sfuggito per un pelo alle gravi perdite del portafoglio russo. A fine settembre 2021 aveva investito 2,2 miliardi di euro in azioni e obbligazioni russe, ma a fine anno il fondo ha deciso di ridursi in modo significativo. Ad esempio, gran parte degli investimenti nelle società petrolifere e del gas russe è stata venduta, così come molti altri investimenti in società e banche russe.

A fine febbraio, ABP aveva ancora 520 milioni di euro di investimenti in Russia. L’ABP ha annunciato che ora vuole sbarazzarsi di tutto, ma si rende conto che la vendita è attualmente complicata e persino impossibile, perché la Russia vieta la vendita di interessi russi da parte di investitori stranieri.

READ  Riserva di $ 1,2 miliardi di Bitcoin Luna Foundation Guard persa » Crypto Insider

I giganti del petrolio Shell e BP si scontrano con lo stesso muro. Vogliono ritirarsi dalla Russia rivendendo l’attività, ma i russi non vogliono rilevarla e quindi Shell e BP se ne vanno a mani vuote. BP afferma di aspettarsi una cancellazione di $ 22 miliardi, mentre Shell prevede una perdita di $ 3 miliardi.

La Russia in guerra sta costando un sacco di soldi a investitori, investitori e imprese, quindi il dolore finanziario non è solo dalla parte russa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *