Hamelin Prog: cibi a rischio di aumento del colesterolo- Lesperto avverte sugli effetti negativi sullo sviluppo

Hamelin Prog: cibi a rischio di aumento del colesterolo- Lesperto avverte sugli effetti negativi sullo sviluppo

Pochi giorni di abbuffate selvagge possono vanificare mesi di dieta e sacrifici in palestra

Durante le festività natalizie, spesso ci concediamo qualche strappo alla regola e ci abbandoniamo a tavolate ricche e sfarzose. Tuttavia, secondo un recente studio condotto da esperti del settore, questi pochi giorni di abbuffate selvagge possono vanificare mesi di dieta e sacrifici in palestra.

Il colesterolo aumenta del 20% dopo le feste in 9 persone su 10

Uno dei principali effetti negativi di queste abbuffate è l’aumento del colesterolo. Secondo la stessa indagine, dopo le festività, il livello di colesterolo tende ad aumentare addirittura del 20% in nove persone su dieci. Questo dato preoccupante mette in luce quanto sia importante prestare attenzione alla propria alimentazione, soprattutto durante questi periodi in cui la tentazione di abbandonarsi all’eccesso è maggiore.

Il colesterolo LDL è il valore più importante da controllare, e più basso è, meglio è

Nell’ambito del colesterolo, è fondamentale focalizzarsi sul valore noto come colesterolo LDL. Questa lipoproteina a bassa densità è considerata il cattivo colesterolo, in quanto favorisce l’accumulo di placche nelle arterie e aumenta il rischio di malattie cardiovascolari. Pertanto, è essenziale mantenerne il livello più basso possibile.

Un piccolo aumento del colesterolo può influire sul rischio di sviluppare infarti e ictus

È importante sottolineare come anche un piccolo aumento del colesterolo possa influire significativamente sul rischio di sviluppare infarti e ictus. Queste malattie, che rappresentano le principali cause di morte nel nostro Paese, sono strettamente correlate a dislipidemie (ossia alterazioni del profilo lipidico).

Il cardiologo consiglia di eliminare i cibi che causano infarti

Di fronte a queste preoccupanti evidenze, il cardiologo consiglia di prestare attenzione ai cibi che possono favorire lo sviluppo di infarti. In particolare, è consigliabile eliminare dalla propria dieta alimenti ricchi di grassi saturi, come carni rosse, insaccati e formaggi stagionati. È invece preferibile optare per una dieta equilibrata, ricca di frutta, verdura, pesce e cereali integrali.

READ  Cibi che contrastano la demenza: scopri quali aiutano a prevenire il declino cognitivo

In conclusione, il periodo delle feste può mettere a repentaglio mesi di sforzi e discipline in fatto di alimentazione e attività fisica. È fondamentale sapere come gestire queste occasioni senza eccedere per mantenere un buon stato di salute e prevenire malattie cardiovascolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *