Hoekstra: ‘Non combattere online a Schiphol’ | Interno

Il gabinetto “esorta una soluzione rapida” al caos di Schiphol nella gestione dell’aeroporto. Questo dice Hoekstra, che ha sostituito il primo ministro Mark Rutte mercoledì alla conferenza stampa settimanale del primo ministro. “Quello che vediamo tutti è che Schiphol non soddisfa le aspettative e l’immagine che molti olandesi hanno di Schiphol. Sono determinato a tornare a questo ruolo il prima possibile”.

Sebbene il caos sia ancora grande, Hoekstra invita i viaggiatori a comportarsi bene. “Capisco la frustrazione delle persone che hanno fatto la fila per cinque ore e a volte non sono affatto in grado di andare in vacanza. Allo stesso tempo, questo non è mai un motivo per litigare con il prossimo. Anche qui controlliamoci”.

intervenire

L’azienda non vuole per il momento intervenire duramente su Schiphol, anche se lo Stato è uno dei principali azionisti dell’aeroporto. “Penso che sia nostro ruolo spingere per una soluzione rapida. Sta a Schiphol fare qualcosa al riguardo. Secondo Hoekstra, il ministro Mark Harbers (Infrastrutture) – che è a suo agio con la corona – ha contatti regolari con il capo di Schiphol Dick Benschop. “Harbers è in cima”, ha detto Hoekstra.

Il ministro Harbers ha detto in precedenza di aver trovato i problemi a Schiphol “molto fastidiosi”. Durante una visita all’aeroporto all’inizio di questo mese, ha affermato che Schiphol, come altre società, soffre di mancanza di personale. “Ma questo non ti esonera dall’obbligo di fare tutto il possibile per riportare il tuo prodotto principale, la lavorazione dei passeggeri e degli aerei, alla qualità a cui siamo abituati da Schiphol”, afferma Harbers. “Non dovrebbe essere fatto di routine.”

READ  Per molti ma non per tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.