I finanziamenti limitati rendono vulnerabili le parti locali

I finanziamenti limitati rendono vulnerabili le parti locali

Il professore di innovazione e governance regionale Marcel Boogers dell’Università di Twente è preoccupato per il budget limitato dei partiti locali. “Compiti sempre più complessi ricadono sui comuni. Ciò richiede molti consiglieri comunali. Anche i consiglieri comunali hanno bisogno di sostegno per questo e quello costa”.

A questa conclusione è giunta anche la commissione Veling quando nel 2017 ha valutato la Legge sul finanziamento dei partiti politici per conto del Ministero dell’Interno. Il gruppo di esperti consiglia di concedere sussidi a tutti i partiti con almeno un seggio nel consiglio comunale, perché altrimenti le funzioni essenziali della democrazia rappresentativa non possono essere svolte “in modo appropriato”.

Non è solo un problema pratico, dice Boogers. Il professore pensa anche che la mancanza di sussidi per i partiti locali sia rischiosa. “Il rischio è che tu li porti più o meno tra le braccia della comunità imprenditoriale locale, che è abbastanza disposta ad acquistare influenza e finanziare in modo massiccio queste parti con donazioni”.

Politica sui regali

Anche il leader del partito David Schalken-den Hartog di Beter voor Dordt è preoccupato per questo. “Supponiamo che un ricco imprenditore di Dordrecht faccia una grossa donazione e poi devo votare su qualcosa che lo riguarda direttamente, rende il lavoro molto complicato”.

Le donazioni di 4.500 euro o più a partiti nazionali sono pubbliche, il che rende difficile l’acquisto di influenza. Le regole sono meno rigide per i partiti locali. Devono avere politiche di donazione che indichino come rendono pubbliche le donazioni, ma le parti possono scegliere da sole quanto considerano un importo una donazione.

READ  Le aziende olandesi hanno venduto il 38% in meno ai russi lo scorso anno | Economia

Trasparenza

Alla fine, tutti beneficiano di un consiglio comunale buono e professionale, ritiene Schalken-den Hartog. “In ogni caso, le regole del gioco devono essere più eque, anche finanziarie”. Eppure il suo partito non accetta donazioni “per evitare anche solo l’apparenza di un conflitto di interessi”. “Ma non tutte le parti lo fanno in questo modo”.

“La trasparenza è un valore fondamentale della democrazia”, ​​afferma il Comitato Veling. Ecco perché gli esperti non solo vogliono concedere sussidi a tutti i partiti politici con almeno un seggio, ma anche imporre requisiti di trasparenza a tutti i partiti politici eletti. La prossima settimana, la Camera dei rappresentanti discuterà del futuro del finanziamento dei partiti politici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *