I funerali e le cremazioni sono sempre più pagati e organizzati dal comune

I funerali e le cremazioni sono sempre più pagati e organizzati dal comune

I comuni del Brabante organizzano e finanziano sempre più i funerali dei defunti. Questo è successo almeno 109 volte l’anno scorso. Questo è quasi un terzo in più rispetto al 2018. Quest’anno sarà probabilmente anche di più. I comuni che organizzano funerali e cremazioni hanno perso quasi duecentomila euro lo scorso anno. Questo emerge dalle informazioni richieste da Omroep Brabant.

Per comune. Così si chiamano ufficialmente i funerali quando sono organizzati e pagati dai Comuni. Spesso sono i defunti senza soldi oi parenti superstiti che vogliono pagare il funerale o la cremazione. In tali casi, i comuni in cui è stato ritrovato il defunto sono tenuti ad organizzare il funerale. Di solito sono funerali e cremazioni austeri, con pochi o nessun familiare e amico presente.

L’organizzazione di una tale sepoltura richiede tempo, secondo un sondaggio di tutti i comuni del Brabante. Ecco il punto: quando qualcuno muore, i propri cari devono essere avvisati. Se non possono essere trovati (rapidamente), inizia una vera e propria ricerca del parente più prossimo. I funzionari cercano indizi nella casa del defunto.

A volte ci vogliono diversi giorni prima che i parenti vengano trovati. “Si cercano gli indirizzi e gli elenchi telefonici, si chiamano le persone elencate in questi elenchi o si effettuano ricerche tramite il registro civile”, scrive il comune di Helmond.

nessun contatto
Se ci sono membri della famiglia, sono responsabili dell’organizzazione del funerale. Ma a volte c’è molta resistenza. I parenti affermano, ad esempio, di non avere contatti con il defunto da molto tempo. O che hanno paura di dover pagare le tasse. A volte i parenti non hanno questi soldi. Di norma, i comuni insistono nell’organizzare i funerali da soli. “Non è la comunità a pagare per questo, ma la famiglia”, scrive Helmond. Se ciò non accade, il comune assumerà esso stesso un impresario di pompe funebri.

READ  SP e PvdA al calcio d'inizio delle elezioni comunali: "Non distogliere lo sguardo, ascolta"

Questo è accaduto sempre più negli ultimi cinque anni, secondo il sondaggio. Di tutti i comuni del Brabante, 40 hanno fornito informazioni. Hanno tenuto 109 funerali l’anno scorso e 68 fino a luglio 2009. Questo numero è probabilmente più alto, poiché alcuni comuni non hanno fornito dati per quest’anno. Per fare un confronto: in tutto il 2018 è successo 83 volte. In totale, ogni anno nella nostra provincia muoiono circa 23.000 persone.

Da nessuna parte nella nostra provincia ci sono tanti funerali comunali quest’anno come a Tilburg: 31. Fino ad agosto, il comune doveva organizzare i funerali in media ogni settimana. Tilburg non sa perché.

Indica le ragioni di fondo: la solitudine e le liti all’interno delle famiglie giocano un ruolo importante. “Di conseguenza, i parenti non vogliono organizzare e pagare il funerale”, scrive il comune di Tilburg. La colpa è spesso anche della povertà.

Cremazione o sepoltura?
I comuni trattano la questione se qualcuno viene cremato o sepolto in modo diverso. La maggior parte cerca di scoprire quale fosse il desiderio del defunto e di esaudirlo. Ma a volte i comuni optano semplicemente per l’opzione più economica: la cremazione.

Il fatto che i parenti possano essere presenti varia da comune a comune. “Non c’è poi spazio per il proprio contributo o per l’addio di familiari o amici. L’arrivederci, l’accoglienza, il servizio di addio, non fanno parte del semplice pacchetto che viene pagato dal comune”, scrive il comune di Helmond. Geldrop-Mierlo è più indulgente. Se il parente più prossimo non organizza il funerale, gli amici, i conoscenti oi vicini possono partecipare. Questo è anche il caso di Veldhoven.

sepolture solitarie
In alcuni casi il comune effettua perquisizioni, ma non trova parenti. O i legami familiari sono stati recisi per così tanto tempo che sono lì solo sulla carta. In tali casi, anche i parenti stretti non sono presenti al funerale. Si parla allora di sepoltura solitaria.

READ  La prima macchina volante al mondo colpisce la strada

Questi si verificano sporadicamente. A Den Bosch, ad esempio, 13 volte dal 2013. Dietro a tutto ci sono spesso storie strazianti di solitudine. A volte nessuno è presente a questi funerali tranne il direttore delle pompe funebri o un funzionario della città per rendere i loro ultimi omaggi.

Diciamo i costi
Oltre alle comodità, il disegno di legge finisce anche nel consiglio di amministrazione del comune. A causa dell’aumento di questi tipi di funerali, aumentano anche i costi. Quattordici comuni indicano di aver speso complessivamente 187.215 euro per 98 funerali lo scorso anno, ovvero 1.910 euro per defunto. Ciò non include i costi di impiego dei dipendenti pubblici.

Per non far salire troppo il conto, i comuni cercano regolarmente di recuperare le spese funerarie del defunto o dei suoi parenti. Ad esempio, i funzionari indagano su polizze assicurative e conti bancari. Durante una visita a domicilio, controllano anche oggetti di valore, come gioielli o elettrodomestici. Possono essere venduti in seguito, se necessario.

Ad esempio, il comune di Breda e diversi comuni periferici hanno speso lo scorso anno per questo tipo di funerale 71.000 euro, dai quali alla fine hanno recuperato 33.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *