I Paesi Bassi e gli Stati Uniti discutono delle restrizioni all’esportazione di macchine per chip in Cina |  Economia

I Paesi Bassi e gli Stati Uniti discutono delle restrizioni all’esportazione di macchine per chip in Cina | Economia

I Paesi Bassi e gli Stati Uniti si incontreranno venerdì a Washington per discutere le nuove restrizioni all’esportazione di chip machine in Cina. Ciò significherebbe che la società olandese ASML sarebbe limitata nella vendita di macchine in Cina.

Se le due parti saranno d’accordo sui dettagli, secondo una fonte dell’agenzia di stampa Reuters Un accordo sarà già firmato dai due paesi venerdì.

ASML, con sede a Veldhoven, non può più fornire le sue macchine più avanzate alla Cina. Gli Stati Uniti vogliono anche che i dispositivi più vecchi non possano più entrare nel paese asiatico. Negli Stati Uniti, da ottobre sono in vigore rigide restrizioni sulle esportazioni verso la Cina.

Secondo quanto riferito, il Giappone sta imponendo restrizioni simili alla società tecnologica Nikon. Gli Stati Uniti, i Paesi Bassi e il Giappone sono di gran lunga i maggiori fornitori di macchine per trucioli. Le restrizioni sarebbero un duro colpo per le ambizioni tecnologiche della Cina.

Prima che i Paesi Bassi accettino le restrizioni, i delegati che si sono recati a Washington per l’incontro vogliono assicurarsi che le restrizioni siano imposte per motivi di sicurezza, e non perché gli Stati Uniti stiano cercando di favorire la propria industria dei chip.

READ  Cashback: termina il primo semestre. Questo è quando i soldi del rimborso arriveranno sul conto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *