Allarme bolletta cara, nuove stime: fino a 1.200 euro in più all’anno su luce e gas. Cingolani: “Il mio lavoro è finito”

Le bollette alte costeranno alle famiglie italiane tra 770 ei 1.200 euro a famiglia. Il forte aumento dell’offerta di gas registrato negli ultimi due trimestri del crisi energetica porta ad un aumento delle tariffe, che sarà formalizzato domani, 30 dicembre, dall’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera). Secondo le stime di Nomisma Energia, nello scenario peggiore (ovvero senza intervento del governo), un aumento di 61% per gas e led 45% per l’energia elettrica, per un totale, in media, di 1.200 euro di spesa annua. L’esecutivo ha stanziato una somma forfettaria di circa 3,8 miliardi, con l’aggiunta di un altro miliardo per le rate delle famiglie più modeste. Se così fosse, la stima è un aumento di 40% per gas ee del 28% per l’energia. Percentuali che peseranno comunque in giro 770 euro l’anno per le famiglie. Nella maggioranza, i partiti spingono per stanziare più soldi per far fronte all’aumento dei prezzi. Tuttavia, queste sono difficilmente misure che verranno attuate da vicino. Allo stesso tempo, il Ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolani ha annunciato di aver “completato il lavoro per cui era stato chiamato” (ovvero completare gli obiettivi verdi nel Pnrr) ed essere pronti a lasciare il governo. Ma i problemi restano tutti irrisolti, e l’allontanamento dal gas, la grande sfida della transizione verde, resta una questione ancora da risolvere.

Immagine di copertina: ANSA / Filippo Attili

Leggi anche:

READ  Vaccini, solo 4 milioni di dosi di Pfizer e Moderna a febbraio. Insegnanti di AstraZeneca e bambini sotto i 55 anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *