I prezzi più bassi alle stazioni di servizio tedesche potrebbero non essere da mercoledì |  ADESSO

I prezzi più bassi alle stazioni di servizio tedesche potrebbero non essere da mercoledì | ADESSO

Non è ancora certo che i prezzi delle stazioni di servizio tedesche scendano mercoledì prossimo. Alcuni marchi potrebbero prima fare scorta ai vecchi prezzi, secondo un tour delle stazioni di servizio sul lato tedesco del confine lunedì. Dal 1 giugno la Germania abbasserà la tassa sulla benzina di 35 centesimi al litro per tre mesi.

Mentre alcuni proprietari di distributori di benzina lungo il confine si aspettano che i prezzi scendano il primo giorno di giugno, molti altri sono riluttanti. “Potrebbe essere anche il 2 giugno, non lo sappiamo”, dice il proprietario di un distributore di benzina a Kaldenkirchen, appena oltre il confine vicino a Venlo. “Dipende dalla decisione che le grandi compagnie petrolifere prendono a livello centrale”.

Tuttavia, molti operatori di stazioni di servizio si aspettano grandi folle di automobilisti olandesi. Il governo tedesco abbasserà la tassa sulla benzina di 35 centesimi mercoledì e quella sul diesel di 17 centesimi. Poiché la Germania è già più economica alla pompa, gli olandesi si aspettano di essere 50 centesimi al litro in meno rispetto al nostro paese. Alcuni operatori di stazioni di servizio tedesche mitigano questa aspettativa.

“Due settimane fa qui il prezzo era ancora di 2 euro, ma i prezzi stanno aumentando rapidamente. Qui costa già 2,30 euro”, afferma un proprietario di una pompa a Gronau, in Germania, vicino a Enschede. “Se il prezzo scende mercoledì, tornerà al livello di due settimane fa. Quindi non è redditizio attraversare il confine. Non mi aspetto grandi ingorghi”.

Lunedì i prezzi salgono

Eppure altri proprietari di stazioni di servizio non osano fare previsioni. “Non riesco a guardare in una sfera di cristallo”, dice l’imprenditore di una stazione di servizio a Elmpt, appena oltre il confine a Roermond. “Siamo rimasti sorpresi”.

READ  Richiedente asilo di stato B? D66 e CU non ne hanno voglia | Politica

Nel frattempo cresce la sfiducia nei confronti delle grandi compagnie petrolifere tedesche, che vorrebbero approfittare del taglio dei prezzi e aumentare notevolmente i propri prezzi. I media tedeschi hanno riferito lunedì che i prezzi stavano “esplodendo”, con un aumento compreso tra il 6,5 e il 9,5% in poche settimane. I prezzi in Belgio sono significativamente più bassi, secondo i media tedeschi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *