I profitti di Samsung sono diminuiti più duramente in oltre un decennio |  Economia

I profitti di Samsung sono diminuiti più duramente in oltre un decennio | Economia

Samsung ha visto i suoi profitti diminuire più drasticamente in oltre un decennio nell’ultimo trimestre. Di conseguenza, la recessione economica globale sembra colpire la domanda di elettronica più di quanto inizialmente previsto.

La più grande azienda della Corea del Sud sta combattendo la debole domanda di chip di memoria, smartphone e display mentre i consumatori limitano la spesa per le vacanze a causa dell’aumento dei tassi di interesse e dell’inflazione. Di conseguenza, l’utile operativo, che è ancora rettificato per varie voci comprese le tasse, è sceso del 69% a 4,3 trilioni di won sudcoreani. Questo viene convertito in 3,2 miliardi di euro.

Ben al di sotto delle attuali aspettative di mercato

In una dichiarazione, Samsung ha affermato che gli utili del quarto trimestre sono stati “ben al di sotto delle attuali aspettative di mercato”. Il gruppo attribuisce la performance deludente principalmente al rallentamento macroeconomico, rafforzato dall’aumento dei tassi di interesse da parte delle banche centrali di tutto il mondo. È stata la prima volta in quattro anni che Samsung ha commentato i suoi risultati trimestrali preliminari. I dati completi per il periodo passato non dovrebbero essere disponibili fino alla fine di questo mese.

Per Samsung si tratta del secondo trimestre con un forte calo consecutivo degli utili, perché nel terzo periodo dello scorso anno l’utile operativo è già sceso di oltre il 31% su base annua. Nei trimestri precedenti, Samsung, come molte altre società tecnologiche, è stata in grado di beneficiare in modo significativo della forte domanda di dispositivi elettronici e chip. Questa forte domanda è emersa durante la pandemia della corona, quando molte persone sono state costrette a rimanere a casa a causa delle chiusure.

READ  "Queste 10 lire valgono migliaia di euro!": Incredibili, ecco cosa sono

Guarda tutti i nostri video sull’economia qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *