Il cantante di X Factor si riqualifica come avvocato per affrontare Simon Cowell: “La mia vita è stata distrutta” |  Affiggere

Il cantante di X Factor si riqualifica come avvocato per affrontare Simon Cowell: “La mia vita è stata distrutta” | Affiggere

La cantante Katie Waissel (36), una delle candidate più chiacchierate da quindici stagioni X Factor in Inghilterra, convertito come avvocato per confrontarsi con i creatori della serie. È stata indicata come la concorrente “più odiata” della serie più vista del 2010 e la compagnia di Simon Cowell si sarebbe presa cura di lei male. “Il programma ha distrutto la mia vita.”

Lo dice oggi in una conversazione con La temperatura. Secondo i media britannici, nel 2010 circa 14 milioni di spettatori per episodio hanno visto come Waissel ha preso parte al talent show televisivo del membro della giuria Simon Cowell. Anche una boy band allora nuova di zecca, One Direction, ha tentato di vincere il titolo, che alla fine è andato a Matt Cardle. Tuttavia, i tabloid hanno parlato principalmente di Katie, che è arrivata settima.

È stata soprannominata la concorrente “più odiata” e, secondo quanto riferito, ha ricevuto attacchi con l’acido e minacce di morte. Dopo aver partecipato, ha sofferto di attacchi di panico e pensieri suicidi e ha iniziato la terapia per il disturbo da stress post-traumatico, dice.

Secondo Waissel, la colpa è della Syco Entertainment, la società di Cowell X Factor Prodotto. È decisa a citare in giudizio l’organizzazione: Syco avrebbe agito per negligenza con il dovere di diligenza nei confronti dei candidati e di conseguenza ha subito un danno. La prima lettera alla società è già stata inviata, secondo Waissel.

In Inghilterra, a tali casi si applica un termine di prescrizione di tre anni. Deve quindi convincere il giudice a fare un’eccezione. Waissel non lo fa da sola, ma con i suoi avvocati. Secondo i media locali, finora ha conseguito solo una laurea specialistica in giurisprudenza e ufficialmente può lavorare solo come assistente legale.

READ  "Billie Turf parla di tutto il resto"

Katie Waissel nel 2022.

Katie Waissel nel 2022. © BrunoPress/goffphotos

Secondo Waissel, il sistema è stato costruito su un potere ineguale. Lei stessa ha ricevuto, in conformità al suo contratto, una somma simbolica di 1 sterlina come compenso per la sua partecipazione alle dirette. Secondo quanto riferito, la società di Cowell ha realizzato un profitto di quasi 23 milioni di sterline quell’anno (ora quasi 26 milioni di sterline).

“È manipolazione e coercizione nella sua forma più pura”, ha detto al giornale. “Il partito A ha il potere, il partito B è vulnerabile. La parte A dice che questa è la più grande opportunità della tua vita e non andrai da nessun’altra parte. Questo è esattamente dove tutto è andato storto. Mi fa venire la pelle d’oca.

Guarda l’audizione di Katie Waissel, scopri di più qui sotto:

Ha fatto la sua formazione legale perché vuole sapere di cosa sta parlando e non essere sorpresa quando diventa un caso. “Così tante persone come me erano ‘intrappolate’ e non è giusto, c’era un’enorme disparità di potere. Volevo solo essere in grado di capire i contratti ed evitare che le persone venissero manipolate in futuro.

La società di Simon Cowell deve ancora rispondere per quanto ne sappiamo. Waissel non è il primo ex concorrente a dire che a volte i concorrenti sono stati scarsamente supportati nello show, che si è svolto tra il 2004 e il 2018. Secondo i produttori, c’era un’intera squadra che si è presa cura dei talenti durante e dopo lo spettacolo, secondo a loro La temperatura.

Waissel aveva precedentemente accusato un impiegato dello spettacolo di averla aggredita quando lo aveva incontrato in un hotel anni dopo la sua apparizione. L’uomo ha negato, ma non lavora più per l’azienda. Waissel all’epoca non voleva presentare un reclamo formale, ha scritto metropolitana del Regno Unito.

Ascolta il podcast di AD Media qui sotto o iscriviti tramite Spotify o itunes. Trova tutti i nostri podcast su ad.nl/podcasts.



Guarda i nostri video di spettacolo e intrattenimento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *