Il castoro è tornato in Italia dopo 400 anni. Seconda osservazione in due anni: “Ma come farà a costruire dighe con fiumi cementati?”

Nel Italia il castoro è tornato. Molti si alzeranno, increduli che i castori vivano nella nostra penisola, d’altronde da quattro secoli nessuno ne ha incontrati. La parola castoro evoca immediatamente il roditore del Nord America, ma nel vecchio continente vive la sua specie cugina, il castoro europeo, Fibra di ricino. “In Italia, l’ultimo castoro è stato segnalato nel 1541 nella pianura padana – afferma lo zoologo Davide Rufino – poi abbiamo sentito parlare di questo affascinante animale solo nel 2018, anno in cui siamo stati visti nella regione di Tarvisio in provincia di Udine. Per accedere alle straordinarie notizie di un esemplare filmato pochi giorni fa, grazie alle fototrappole, in Val Pusteria, provincia di Bolzano“In valle in queste settimane si è sospettata la sua presenza” a causa di alcuni segni e tracce, come i tronchi rosicchiati “, aggiunge l’esperto a Ilfattoquotidiano.it. Certo, potrebbe essere un po ‘presto per parlare del ritorno, avendo solo due incontri in mano. “Non credo che a breve il castoro riuscirà a stabilizzarsi nelle Alpi italiane, è un processo lento. Probabilmente in futuro potremmo avere una ricolonizzazione dal settore orientale delle Alpi, con castori provenienti dalAustriaSulla stessa lunghezza d’onda l’etologo Luca Caviglia, esperto di fauna selvatica. “Prima di parlare del ritorno della specie, sono necessarie più di qualche sporadica osservazione”, tuttavia, oggi possiamo dire che il castoro sta lentamente riacquistando la sua gamma storica, contro l’Italia dopo aver consolidato la propria presenza in Germania, svizzero e Austria“. Infatti,” in Germania non si è mai estinto e si stima una popolazione compresa tra 7mila e 10mila – specifica Caviglia a Ilfatto.it – dentro svizzero e in Austria si estinse a metà del XIX secolo, ma attualmente entrambe le nazioni hanno popolazioni di oltre 1000 individui ”.

READ  Congresso Usa, oggi conta il voto finale per Biden e Trump. I repubblicani stanno progettando una rivolta

In vari paesi europei il castoro si è estinto a causa di caccia alla cieca “Per il suo pelliccia“O” per il suo coda, considerato come un cibo delizioso“O” per la sua sostanza profumata, il castoreo, estratto dalle ghiandole e utilizzato nella medicina tradizionale ”, spiega l’etologo. Non sarà facile per i castori riappropriarsi dei propri spazi: “Il paesaggio è cambiato radicalmente negli ultimi 400 anni, la stragrande maggioranza dei corsi d’acqua è stata devastata dall’uomo attraverso interventi di irreggimentazione, costruzione alveo eccessivo, eliminazione delle zone ripariali, installazione di chiuse, centrali idroelettriche ”, spiega. Caviglia. “Ci sono spesso strade lungo il fiume e gli incidenti stradali sono uno dei principali killer di castori in Germania e Svizzera”, quindi, “insomma, il successo del ritorno del castoro non può essere si avvererà con una diversa gestione dei nostri fiumi “. Ma dove dovrebbe tornare il castoro?” Scomparso dall’Italia da più di quattro secoli, non ci sono molti dati attendibili sulla sua portata storica , probabilmente era presente in tutte le Alpi “, commenta Rufino. Va detto che se l’uomo è stato la causa della sua malattia, è stato anche il motore della sua guarigione. All’inizio del 20 ° secolo, il castoro è sopravvissuto solo Francia, Germania, Bielorussia, Ucraina, Russia e Norvegia con 1200 esemplari in tutto, ma grazie a diverse reintroduzioni oggi è diffuso in tutta Europa con circa un milione di individui. La chiamata è praticamente assente Italia, Portogallo, Irlanda e Balcani da sud, come indicato in un articolo pubblicato lo scorso aprile il Conservazione dell’ecologia globale.

“Sarebbe bello se anche l’Italia fosse la prossima zona di intervento per le reintroduzioni “, conclude Rufino, “Il castoro ha un ruolo ecologico molto importante, infatti, è chiamato ingegnere degli ecosistemi perché con la sua famosa attività di costruzione di dighe modifica i corsi d’acqua creando paludi fondamentali da promuovere la biodiversità“.

READ  Migranti, Ong in soccorso della nave di Banksy. Sos da Lampedusa: "Un morto a bordo, aiutaci"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *