Il conflitto tra Wiersma e l’ispettorato dell’istruzione si è intensificato lo scorso anno

Il conflitto tra Wiersma e l’ispettorato dell’istruzione si è intensificato lo scorso anno

Questo emerge dalle seimila pagine di documenti interni sottoposti NRC è stato pubblicato dopo aver invocato l’Open Government Act (Woo).

Wiersma (VVD) aveva chiesto all’ispettorato dell’istruzione di valutare annualmente almeno il 10% delle scuole come “insoddisfacenti”. Wiersma ha anche insistito affinché l’Ispettorato effettuasse metà delle sue visite alle scuole senza preavviso.

L’ispettore generale Alida Oppers ha scritto a Wiersma che queste istruzioni del ministro costituivano una “inaccettabile interferenza con i poteri dell’ispettorato”. Dopotutto, l’Ispettorato ha regole statutarie rispetto alle quali verifica le scuole e non può discostarsi da esse.

La scorsa estate si sono svolte anche sessioni di brainstorming in cui il ministro dell’Istruzione Wiersma ha chiesto misure più ambiziose che mettessero sotto pressione le scuole.

I funzionari hanno avvertito che misure aggiuntive potrebbero “esagerare i requisiti aggiuntivi per le scuole o le ispezioni”. Ciò può esercitare pressioni sull’orientamento delle scuole o sull’attuazione dell’Ispettorato.

Continuano ad arrivare reclami

I funzionari hanno continuato a lamentarsi del comportamento del ministro dell’Istruzione Dennis Wiersma, che si è dimesso a fine giugno, anche dopo aver espresso rammarico interno e promesso miglioramenti lo scorso autunno. Ad aprile, ha dichiarato il ministro Il Telegrafo che aveva cambiato il suo comportamento.

Questa immagine emerge dalle e-mail e dai messaggi di chat di funzionari che il Ministero dell’Istruzione ha reso pubblici su richiesta di diversi media.

Pochi mesi dopo che il ministro si è insediato all’inizio del 2022, un funzionario si è lamentato del “comportamento meschino e irregolare” di Dennis, si legge nei documenti. Più di un anno dopo, Wiersma ha ammesso ai media di essere stato “appuntito e talvolta troppo feroce” nei confronti dei suoi funzionari. “E per fortuna le cose sono andate diversamente per un po’ e molto meglio”, ha scritto su Instagram. “Almeno questo è quello che sento dalle persone intorno a me.”

A dicembre, infatti, i suoi collaboratori hanno notato che il ministro stava lavorando sul suo comportamento. Wiersma ha scritto un messaggio ai suoi dipendenti sulla pressione esercitata sul suo dipartimento a causa di problemi di istruzione. “Sento io stesso quella pressione e noto che a volte parte di quella pressione si traduce anche in te”, ha detto il ministro. Ha anche aggiunto che voleva imparare da esso e ha invitato i suoi dipendenti a riflettere.

“È ancora la palla con Dennis”

“Sta davvero adattando il suo stile”, ha scritto un manager a un collega alla fine del mese. Il destinatario ha accettato, aggiungendo: “Ma ha davvero bisogno di imparare a non prendersela con le persone quando è frustrato”.

Il miglioramento comportamentale di Wiersma non sembra durare a lungo. “Trova che lavorare con D. sia molto stimolante e stimolante e ha indicato di avere i suoi limiti”, ha aggiunto un funzionario a febbraio.

“È di nuovo palla con Dennis e i portavoce”, ha scritto un dipendente un mese dopo. “In questo modo non tratteniamo nessuno”, ha aggiunto in seguito. “È più scontroso che mai”, è stato detto poco dopo nella stessa conversazione. In una pubblicazione di NRC si legge che gli eccessi del ministro si sono regolarmente concentrati sui suoi portavoce.

I funzionari si sono anche lamentati dell’elevato carico di lavoro sotto Wiersma. “Sono davvero scontroso per questo”, ha scritto un dipendente ad aprile mentre veniva messo al lavoro nel fine settimana dal ministro. “Sono stato impegnato con Dennis tutto il venerdì sera, ora ancora e ancora domani alle nove meno un quarto.” Wiersma si è dimesso a giugno dopo che i media hanno riportato notizie di cattiva condotta.

READ  Le vendite su Vliegtickets.nl sono state interrotte per un motivo sconosciuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *