Il Consiglio dei Ministri vuole affinare il suo approccio al riciclaggio di denaro

PAPÀ

Notizie ONS

Nella lotta al riciclaggio di denaro, lo studio vuole migliorare il controllo di notai, avvocati e fornitori di servizi di crittografia. Allo stesso tempo, dovrebbe diventare più facile per le singole imprese ad alto rischio di riciclaggio di denaro aprire un conto bancario.

I ministri Kaag delle Finanze e Yesilgöz della Giustizia e della Sicurezza scrivono alla Camera dei Rappresentanti che ci sono già tutti i tipi di regole per prevenire il riciclaggio di ingenti somme di denaro attraverso costruzioni oscure e che “la base è in ordine”. Il principio di base è che le aziende del settore finanziario ed economico conoscano bene i loro clienti, sappiano con chi intrattengono rapporti d’affari e che impediscano che vengano utilizzati dai criminali.

Sondaggio sui clienti

Questo include le banche. Ci sono anche obblighi per le istituzioni non finanziarie, come notai, avvocati e fornitori di criptovalute, ma l’azienda vuole rafforzarli. D’ora in poi dovranno anche condurre un sondaggio sui clienti. “L’approccio al riciclaggio di denaro è in cima alla lista delle priorità di questo Gabinetto”, sottolineano i ministri.

Il governo riconosce che regole rigorose possono anche avere conseguenze indesiderate. Ad esempio, le persone spesso devono affrontare barriere finanziarie elevate semplicemente perché lavorano in un determinato settore. Ad esempio, non possono aprire un conto bancario. Gli esempi includono le prostitute e le concessionarie di automobili. Kaag e Yesilgöz vogliono che l’attenzione si sposti da un intero settore alla considerazione individuale.

READ  Pagamenti elettronici, ecco il piano cashless del governo: dal 10% di rimborso al super cashback di 3mila euro per i primi 100.000

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.