Il costruttore dell’impianto di azoto di Groningen rescinde il contratto con un subappaltatore |  interni

Il costruttore dell’impianto di azoto di Groningen rescinde il contratto con un subappaltatore | interni

La società Air Products, responsabile della costruzione dell’impianto di azoto a Zuidbroek, ha risolto sabato con effetto immediato il contratto con il subappaltatore Ballast Nedam. Ballast Nedam non avrebbe rispettato gli accordi.

Non si sa quali accordi sarebbero stati violati. Tuttavia, la carenza di personale e un conflitto tra gli appaltatori hanno causato ritardi nelle consegne in diverse occasioni. Gasunie è l’amministrazione aggiudicatrice del progetto.

L’impianto vicino a Zuidbroek deve rendere il gas importato adatto alle caldaie e alle stufe per il riscaldamento centrale olandesi aggiungendovi azoto. L’installazione doveva essere completata all’inizio dello scorso anno, ma è stata rinviata più volte.

Gasunie tiene il dito sul polso. “Continuiamo a garantire che Air Products presenti un nuovo piano appropriato a breve termine per completare correttamente i lavori finali in loco”, si legge in una nota.

L’impianto di azoto a Zuidbroek è completo al 97%. Il progetto è stato esternalizzato da Gasunie ad Air Products nel 2018. La società americana ha successivamente assunto Ballast Nedam come subappaltatore.

Secondo Gasunie, Air Products si è impegnata a presentare un piano a metà gennaio per completare il lavoro finale con appaltatori e subappaltatori nuovi ed esistenti.

Gasunie afferma che la situazione non ha conseguenze per l’estrazione di gas dal giacimento di Groningen. Ciò può essere in parte compensato dall’importazione di gas naturale liquefatto (GNL) e dal minor consumo di gas, riferisce la società.

READ  Le vendite su Vliegtickets.nl sono state interrotte per un motivo sconosciuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *