Il futuro Primo Ministro italiano accetta la vendita di ITA Airways

Il futuro Primo Ministro italiano accetta la vendita di ITA Airways

La Roma aveva già annunciato l’intenzione di privatizzare ITA ed era già stato invitato a negoziare un consorzio con Air France-KLM, Certares e Delta. Un’offerta concorrente della compagnia aerea tedesca Lufthansa è stata respinta. Lufthansa ha collaborato con MSC, una società italo-svizzera che offre il trasporto di container e gestisce navi da crociera.

Meloni in precedenza aveva avvertito il primo ministro in carica Mario Draghi di interrompere la vendita di ITA perché le elezioni erano imminenti. Ha suggerito che la compagnia aerea era stata trasferita a “fondi esteri” senza un piano a tutti gli effetti e dopo aver ricevuto miliardi di euro in aiuti governativi. Draghi, a sua volta, ha affermato che il processo di vendita sarebbe continuato indipendentemente dalle elezioni. Ma ha anche affermato che il processo non sarebbe vincolante, quindi il nuovo governo potrebbe decidere se negoziare con un’altra parte o perseguire la privatizzazione.

Nelle trattative con il consorzio Air France-KLM, lo Stato italiano deterrebbe circa il 40% delle azioni di ITA. La Roma potrebbe anche controllare due dei cinque seggi del consiglio, compreso un veto sulla nomina della dirigenza.

READ  Hattrick Koopmeiners aiuta l'Atalanta a vincere e guidare in Serie A

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *