“Il Giardino d’Olanda” sta costruendo una sana catena alimentare locale

17 partner di canale lanciano il nuovo Green Circle. Chef, contadini e medici lavorano insieme per elaborare linee guida per una cucina gustosa e sana, profondamente legata alla terra, ispirata dalla nostra storia culinaria.

Una cucina sana e di qualità per tutti è il sogno di Green Circle ‘The Garden of Holland’. Il 29 settembre 17 grandi attori del canale confermeranno la loro collaborazione firmando un patto. Chef, contadini e medici lavorano insieme per elaborare linee guida per una cucina gustosa e sana, profondamente legata alla terra, ispirata dalla nostra storia culinaria.

Giardino del futuro

Nel 17° secolo, una vera rivoluzione alimentare ebbe luogo nell’Olanda Meridionale, in particolare nella regione di Leida. I problemi alimentari di oggi, come nel 17° secolo, richiedono un impegno per l’innovazione e l’artigianato per rinnovare il nostro rapporto con il cibo. Le pressanti questioni climatiche richiedono un nuovo sistema alimentare. Per poter investire in questo settore, per i produttori è essenziale un modello di reddito sostenibile. Il Green Circle De Tuin van Holland si impegna quindi a collegare prodotti di alta qualità e sostenibili della regione ad hotel, ristoranti, catering e luoghi di lavoro. Aumentando la domanda di prodotti stagionali sostenibili, gli acquirenti offrono a sempre più coltivatori l’opportunità di entrare nel “Giardino d’Olanda”, renderli più sostenibili e crescere in un modo più diversificato. Pertanto, gli attori della filiera contribuiscono alle fondamenta del nostro paesaggio: suoli sani, acqua pulita e biodiversità rigogliosa. Vice Meindert Stolk “La prospettiva di un sistema alimentare sostenibile include anche la domanda del mercato che lo guida. Nessun partito può farlo da solo, motivo per cui una collaborazione di catena come il Green Circle De Tuin van Holland è importante. Con questa iniziativa stiamo facendo un passo nella giusta direzione.

READ  I ricercatori creano ragni con caratteristiche fisiche geneticamente modificate

L’alimentazione come stimolo per la salute

Oltre a un sistema alimentare sostenibile, anche la salute è al centro di De Tuin van Holland. L’esperto di stili di vita Hanno Pijl spiega che la scelta del cibo è un fattore importante per la salute di una persona. Come nel 17° secolo, dobbiamo prendere nuovamente coscienza dell’effetto preventivo di una sana alimentazione: “Siamo davvero fatti di ciò che mangiamo e nient’altro. Quello che dobbiamo fare per la nostra salute fa bene anche alla salute del nostro pianeta. Un terreno più sano porta a un piatto più sano. Dobbiamo valutare e pagare per un cibo sano. In breve: con il Dutch Garden, stiamo di nuovo mangiando sano per noi stessi e per il nostro ambiente.

Sono in preparazione i primi menù de “Il giardino d’Olanda”. Impari molto da questa esperienza pratica, in cui vengono alla luce opportunità e colli di bottiglia. Nel prossimo periodo lavoreremo su questo con i partner per avvicinare il loro sogno comune.

Green Circles realizza un sogno condiviso

Green Circles è una rete unica ed estesa in cui aziende innovative, istituzioni della conoscenza, governi e organizzazioni sociali lavorano insieme su un sogno condiviso sulla base dell’uguaglianza. Anche la natura è un partner alla pari in questo settore. L’obiettivo è bilanciare meglio la natura e l’economia e contribuire attivamente a un ambiente di vita migliore, un’economia circolare e un futuro sano. I partner partecipanti sono BI-JOVERA, Dutch Cuisine, Groene Hart Streekpoducten, HAS Hogeschool, Hoeve Biesland, Horesca Horecavo, Huis ter Duin, Hutten Catering, Koninklijke Horeca Noordwijk, LUMC, Naturalis, Noordwijde, ROC van Amsterdam, Slow Food Groene Hart, TU Delft, Olanda Meridionale Cibo per famiglie.

READ  I ricercatori mappano la "rete di dipendenza" del cervello nei fumatori per tutta la vita | Scienza

Ispirazione dal passato agricolo e culinario olandese

La fonte di ispirazione per il Green Circle è lo storico Holland Garden. La crescita delle città diede impulso allo sviluppo dell’agricoltura e dell’orticoltura. Furono creati molti orti botanici, si svilupparono le prime colture in serra e la regione aprì la strada anche nel campo lattiero-caseario. Medici e scienziati hanno cominciato a rendersi conto dell’importanza di un’alimentazione sana. Spinta dalle nuove conoscenze scientifiche e dalla disponibilità di innumerevoli prodotti freschi, la dieta della ricca borghesia subì un grande cambiamento. Frutta e verdura occupavano un posto importante nel menu. Crudo e fermentato divennero di moda e si usava molto meno zucchero. Questa rivoluzione alimentare dimenticata ha gettato le basi per il paesaggio caratteristico dei polder olandesi e per l’agricoltura e l’orticoltura moderne nella regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.