il governo sta lavorando alla riforma

Importanti cambiamenti in vista in campo paga, il governo al lavoro su una riforma fiscale che potrebbe portare delle novità. Quindi entriamo nei dettagli e vediamo cosa aspettarci.

Fonte: Adobe Stock

Il 2020 si sta rivelando, senza ombra di dubbio, uno di quegli anni che difficilmente potremo dimenticare. Segnato dall’impatto del Covid, quest’ultimo purtroppo continua ad avere ripercussioni negative sulla nostra vita, sia per quanto riguarda l’aspetto economico quello sociale. Molte famiglie hanno difficoltà a far fronte alle varie spese. Se tutto questo non bastasse, anche il nostro Paese ha dovuto affrontare una crisi di governo, che ha portato al crollo della governo Conte Bis.

Da qui la decisione di Mattarella di affidare la gestione del nostro Paese a Mario draghi, con l’attuale esecutivo alle prese con l’approvazione di una serie di iniziative attraverso le quali favorire la ripresa economica. Iniziare con riforma delle pensioni, fino al fisco, infatti, la posta in gioco è numerosa. A questo proposito, sarà interessante sapere che il governo sta lavorando a un riforma fiscale che potrebbe portare a cambiamenti significativi in stipendio. Quindi entriamo nei dettagli e vediamo cosa aspettarci.

LEGGI ANCHE >>> In estate rinfresca la casa e risparmia sulla bolletta: ecco 3 facili consigli

La massa salariale, grandi novità in vista: in attesa della riforma fiscale

Premio di produzione

Dovremmo vedere presto l’implementazione del riforma fiscale che potrebbe portare importanti novità dal punto di vista fiscale. Tra questi la possibilità di optare per il Tagli Irpef a favore del ceto medio. Ma non solo, tra le altre misure proposte anche l’abolizione delSCOMMESSA, la semplificazione dell’IRES e la riduzione delle altre imposte.

READ  Hyundai IONIQ 5, ecco come caricare la batteria dal 10% all'80%

La legge delega sulla riforma tributaria era attesa entro fine luglio ma, viste le altre priorità, si è deciso di rinviare il caso di qualche settimana. Gli obiettivi principali, ricordiamolo, sono far aumenti di busta paga, facendoti pagare meno tasse invece. La riforma fiscale, in ogni caso, ci sarà. Come sottolinea il sottosegretario al MEF Guerra, le tempistiche sono conformi a quanto previsto dal piano di risanamento e per questo se ne parlerà a partire da settembre.

D’altra parte, per attuare la riforma, sarà necessario trovare le risorse per finanziarla. A questo proposito, Maria Cecilia Guerra ha ribadito come dovremmo”prova a fare una riforma riequilibrando anche il carico, sovrapposizioni di fuga ma che ovviamente non potranno ridurre le tasse per tutti perché non abbiamo le condizioni di bilancio“.

LEGGI ANCHE >>> Covid, tra contagi e futuro incerto: 6 milioni di italiani “hanno paura di tutto”

A tal fine si ritiene che il gettito possa essere recuperato addebitando maggiori imposte agli evasori IVA. Ogni anno, infatti, si perdono circa 35 miliardi di dollari. In questo modo potresti riavere abbastanza soldi per ripensare le aliquote dell’imposta sul reddito delle persone fisiche. Ma per ora sono solo supposizioni. Non resta che attendere i prossimi mesi e vedere se il governo sarà in grado di attuare una riforma in grado di garantire salari più alti e tasse più basse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *