Il prezzo più alto nei supermercati a volte si nasconde anche in imballaggi più piccoli |  ADESSO

Il prezzo più alto nei supermercati a volte si nasconde anche in imballaggi più piccoli | ADESSO

Chiunque sia entrato in un supermercato nelle ultime settimane potrebbe aver notato: non tutti i prodotti stanno diventando più costosi, ma in una singola confezione ce n’è di meno. C’è un termine economico per questo: inflazione da ritiro. Supermercati e produttori lo usano come un trucco per fidelizzare i clienti mentre i prezzi salgono.

La vita è diventata molto più costosa da mesi ormai. A maggio, secondo i dati provvisori, l’inflazione nei Paesi Bassi era 10,2%† Si tratta di un aumento leggermente inferiore rispetto agli ultimi mesi, ma comunque molto rispetto al normale tasso di inflazione del 2%.

Inflazione significa che i prezzi salgono, ma c’è anche una forma di inflazione piuttosto invisibile. A volte i prezzi dei prodotti al supermercato rimangono gli stessi, ma nelle confezioni ce ne sono di meno. Ad esempio, il produttore di farina Koopmans ha recentemente ridotto la confezione da 500 a 400 grammi. La società in seguito lo ha annullato. Ma in questi giorni anche i bicchieri stanno diventando più piccoli in alcuni bar.

Secondo Dirk Mulder, specialista della vendita al dettaglio di ING, questo è un modo per i produttori o i supermercati di non perdere clienti. “Se le persone vedono qualcosa di più costoso, è più probabile che lo acquistino da un supermercato più economico o semplicemente acquistino un prodotto simile più economico”, spiega. “Per evitare questo, viene utilizzato questo trucco.”

Mulder non vede la misura come un inganno del consumatore. “Dopo tutto, chiunque può vedere se un pacchetto è diventato più piccolo, perché mostra sempre quanto c’è dentro.” Ammette che non ci pensa ogni volta che va al supermercato.

READ  Citroen Ami, l'auto elettrica low cost che si guida senza patente. La prova su strada

L’inflazione di contrazione si verifica anche in tempi normali

Attualmente, la contrazione dell’inflazione è il risultato dell’aumento dei prezzi dei generi alimentari dovuto alla guerra in Ucraina. Ma viene anche applicato regolarmente durante i periodi normali.

“Pensa solo al governo che costringe i produttori a mettere meno zucchero nelle bibite o nei dolci. Un modo per farlo è mettere meno in un pacchetto. Il prezzo spesso rimane lo stesso”, dice Mulder.

Indica anche i prodotti biologici. “Possono essere considerevolmente più costose delle alternative non biologiche. Allo stesso tempo, spesso c’è meno contenuto nella confezione, poiché i produttori biologici hanno margini più bassi”.

Nascosto aumenta fino al 26 percento

Che questo accada più spesso emerge anche da un’indagine dell’Associazione dei consumatori. L’anno scorso ha confrontato i prodotti spesso acquistati al supermercato.

L’organizzazione dei consumatori ha notato un aumento nascosto del prezzo del 26% per i dolci Haribo, tra le altre cose, perché c’erano meno dolci in un sacchetto. Inoltre, ad esempio, i cubetti di formaggio di Albert Heijn e il bitterballen di Van Dobben erano in confezioni più piccole.

Nel Regno Unito, questo è accaduto con oltre duemila prodotti tra il 2012 e il 2017, secondo l’agenzia di statistica britannica ONS. Ad esempio, Toblerone ha tagliato l’asticella di circa l’11% nel Regno Unito dopo il referendum sulla Brexit.

CBS include una mancia nel calcolo

Questi aumenti di prezzo non sono quindi immediatamente visibili al consumatore incauto. Il Central Bureau of Statistics (CBS) li include nel suo calcolo mensile dell’inflazione. “Se un prodotto viene riconfezionato o qualcosa cambia, riceve un nuovo codice a barre”, afferma il capo economista Peter Hein van Mulligen di Statistics Netherlands.

READ  vacanza in montagna con un SUV 100% elettrico, test drive

“Sulla base di ciò, vediamo cosa è successo a quel prodotto. Lo includiamo nel calcolo. Quindi non perdiamo alcuna inflazione perché i produttori usano quel trucco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *