Il primo lampo rossonero di Tonali. Tre errori costano il massimo

Un Milan rimodellato non riesce a superare il Lille e torna dalla Francia con un solo punto, che però può essere visto come un risultato non così negativo in termini di qualificazione. I rossoneri hanno dilapidato il vantaggio, arrivando a inizio ripresa grazie ad un ottimo Sandro Tonali: il centrocampista classe 2000 recupera palla in collaborazione con Theo Hernandez e si lancia subito con un profondo filtro Rebic, bravo e altruista a servire a sua volta Castillejo, che deve solo mettere la palla in porta incustodito. Il gioco di Sandro, infatti, era disseminato di luci e ombre, alternando palloni scavati a cattivi appoggi. Questo passaggio per Rebic, però, può rappresentare un grande impulso all’autostima dell’ex Brescia. Il primo vero lampo di Tonali in rossonero.

TRE ERRORI COSTA IL TOP – Il rammarico del Milan è di aver subito un gol molto evitabile, nato da una rimessa in gioco e da una posizione troppo statica di Dalot, che non ha chiuso lo specchio sul tiro di Bamba. 60 secondi prima, però, i rossoneri avevano guastato un contropiede con Hauge, rilasciato dopo un duro colpo del neo entrato Brahim Diaz. Ancora più clamoroso il due contro uno sprecato nella prima parte del match dalla squadra di Bonera, sempre con lo stesso norvegese, che è arrivato in ritardo nel servire Rebic, tutto solo in area e pronto a battere il portiere del Lille un colpo sicuro. Nulla è compromesso per il Milan in vista della qualificazione agli ottavi, ma una squadra che vuole provare a fare un nuovo salto di mentalità, soprattutto perché Ibrahimovic non è in campo, non può permettiti di perdere alcune opportunità. La possibilità di vincere nella tana dei francesi c’era, mentre ora il Diavolo dovrà giocare il passaggio di turno nelle prossime due partite in casa contro il Celtic ea Praga contro lo Sparta.

READ  restrizioni in mezza Europa dopo il boom di casi e morti

var banner = []; var now = Math.round(new Date().getTime() / 1000); var bannerok = new Object(); for (var zona in banner) { bannerok[zona] = new Array(); for (i=0; i < banner[zona].length; i++) { var ok = 1; if (banner[zona][i]['scadenza']>0 && banner[zona][i]['scadenza']<=now) ok = 0; if (banner[zona][i]['partenza']!=0 && banner[zona][i]['partenza']>now) ok = 0; if (typeof azione !== 'undefined' && azione !== null) { if (banner[zona][i]['pagine'] == '!index' && azione == 'index') ok = 0; else if (banner[zona][i]['pagine'] == 'index' && azione != 'index') ok = 0; }

if (ok == 1) bannerok[zona].push(banner[zona][i]); }

bannerok[zona].sort(function() {return 0.5 - Math.random()}); } banner = bannerok; var banner_url="https://net-storage.tccstatic.com"; var banner_path="/storage/milannews.it/banner/" function asyncLoad() { if (azione == 'read' && TCCCookieConsent) { var scripts = [ "https://connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1", ]; (function(array) { for (var i = 0, len = array.length; i < len; i++) { var elem = document.createElement('script'); elem.type="text/javascript"; elem.async = true; elem.src = array[i]; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(elem, s); } })(scripts); } setTCCCookieConsent(); } if (window.addEventListener) window.addEventListener("load", asyncLoad, false); else if (window.attachEvent) window.attachEvent("onload", asyncLoad); else window.onload = asyncLoad; function resizeStickyContainers() { var stickyFill = document.getElementsByClassName('sticky-fill'); for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) stickyFill[i].style.height = null; for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) { var height = stickyFill[i].parentElement.offsetHeight-stickyFill[i].offsetTop; height = Math.max(height, stickyFill[i].offsetHeight); stickyFill[i].style.height = height+'px'; } } document.addEventListener('DOMContentLoaded', resizeStickyContainers, false); // layout_headjs function utf8_decode(e){for(var n="",r=0;r

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *