Il proprietario della borsa di Amsterdam cancella sei società

Il proprietario della borsa di Amsterdam cancella sei società

Notizie ONS

Euronext, proprietaria della borsa di Amsterdam, rimuoverà dalla borsa sei piccole società. Pertanto, le azioni di queste società non possono più essere negoziate in borsa. Euronext prende il provvedimento perché le sei società non hanno un commercialista che controlla i conti annuali.

Egli Rapporti F.D la notizia stamattina. È raro che il proprietario della borsa elimini una società dalla quotazione. René van Vlerken, responsabile delle quotazioni di Euronext Amsterdam, ha dichiarato al giornale che la misura è stata presa “per salvaguardare la reputazione, la stabilità e la qualità del mercato dei capitali olandese”.

Tre delle sei piccole imprese confermano a FD di aver ricevuto l’annuncio del provvedimento: il produttore di scale Alumexx, la holding Lavide e il produttore di mappe digitali Geojunxion. Due società non hanno voluto rispondere, una non era disponibile.

interesse pubblico

I fondi quotati (società quotate in borsa) sono “enti di interesse pubblico” e devono avere i loro conti annuali controllati da un contabile. Sei società di contabilità nei Paesi Bassi hanno la licenza necessaria.

Il direttore Peter Paul de Vries del gruppo di interesse per le piccole imprese quotato MidkapNL afferma nel DF che non ci sono contabili disponibili per le piccole imprese. L’Ordine dei Dottori Commercialisti riconosce la scarsità di ragionieri nel giornale, ma segnala anche che un commercialista può rifiutare un’azienda perché non ha l’amministrazione in ordine.

READ  Mediaset, il cda conferma i vertici: presidente di Confalonieri, vicepresidente e amministratore delegato Pier Silvio Berlusconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *