Inps, tempesta su Tridico per il raddoppio dello stipendio. Di Maio: “Chiederò chiarimenti”. Dalla IV alla Lega: “Dimissioni”

Dimissioni. I rappresentanti della maggioranza e dell’opposizione chiedono dopo il caso sollevato da Repubblica e relativo al raddoppio dello stipendio di 50mila euro, con effetto retroattivo, deliberato dal consiglio di amministrazione dell’INPS per il suo presidente, Pasquale Tridico. Un aumento di 50mila euro che porta lo stipendio a 150mila euro, il 50 per cento in più di quanto percepito dal suo predecessore, Tito Boeri. Una scelta che esaspera i partiti di sinistra e di destra, che ora chiedono l’abbandono dell’incarico da parte di Tridico. E il Ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio annuncia: “Cercherò chiarimenti nelle prossime ore”.

rappresentante

“Italia, anno 20XY.” Ricordi quando l’Italia impazzì e si riempì di populisti? Quelli che cercavano il consenso con slogan come noi tagliamo i salari alla casta! per il c .. “. Resta solo da capire quali cifre mettiamo al posto di queste X e Y “, scrive su Twitter il vice di Italia Viva e presidente della commissione finanza della Camera. Luigi Marattin.

La definisce “una storia sconcertante” Debora Serracchianio, Presidente del Partito Democratico del Comitato del Lavoro della Camera. “La vicenda dell’aumento di stipendio del presidente dell’INPS presenta aspetti sconcertanti, se non altro per le tempistiche e la mancanza di trasparenza – afferma – Sono convinto che la legittimità dell’adeguamento non non è in discussione, anche per quanto riguarda i salari percepiti. dai capi di stato di primo livello, ma il momento avrebbe certamente suggerito di valutare e gestire questa disposizione con una sensibilità diversa e più sentita ”.

READ  Covid, 25 nuovi casi in Lombardia: 17.082 tamponi, 237 positivi - EcoDiBergamo.it

Il centrodestra è compatto nella sua richiesta di dimissioni. “Non ho parole – commenta il leader della Lega, Matteo salvini – Invece di aumentare lo stipendio, il presidente dell’istituto prima paga la cassa integrazione alle centinaia di migliaia di lavoratori che lo aspettavano da mesi, poi si scusa e si dimette ”.

La richiesta di Forza Italia è simile. “Mezzo milione di italiani sono ancora in attesa di licenziamenti e il presidente dell’Inps, con il sostegno del governo, triplica lo stipendio con effetto retroattivo. bancarotta. Questa è la nuova frontiera del gridismo al potere: il reddito dell’arroganza “, attacca il presidente di Forza Italia, Anna maria bernini. Nel frattempo, il senatore blu Maurizio Gasparri annuncia di aver chiesto, con domanda al presidente del Consiglio Conte al ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, “l’annullamento della delibera sull’aumento di stipendio di Tridico”.

“Basta, la misura è davvero piena”, ha detto Francesco Lollobrigida, società madre di Fratelli d’Italia in casa. “Chiediamo – prosegue – le dimissioni di Tridico, amico dei grillini, e le scuse immediate dell’intero esecutivo per questa ennesima vergogna firmata dal movimento 5 stelle”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *