Israele decapita la cupola islamista: eliminato il vice dei Servizi e luomo dei razzi di Hamas

Israele decapita la cupola islamista: eliminato il vice dei Servizi e luomo dei razzi di Hamas

L’aviazione, l’artiglieria e i droni israeliani hanno condotto ripetuti attacchi alle aree di Gaza in cui si trovano i leader di Hamas. L’obiettivo di queste azioni è privare Hamas delle figure chiave destinate a guidare la resistenza contro l’attesa operazione di terra. Le notizie di queste morti dei leader di Hamas sono utilizzate per motivare i soldati israeliani e rassicurare l’opinione pubblica.

I portavoce militari israeliani hanno annunciato l’uccisione di Shadi Barud, vicecapo dell’intelligence di Hamas. Non è possibile verificare questa notizia in modo indipendente, ma le possibilità di successo israeliane sembrano essere alte. Barud era accusato di aver pianificato un attacco insieme al leader politico di Hamas.

È importante ricordare che in passato figure importanti di Hamas date per morte dagli israeliani sono poi riapparse sui campi di battaglia. Durante questo ultimo raid sono stati uccisi anche altri membri di Hamas, tra cui Hassan Al-Abdullah.

Questi attacchi mirati contro i leader di Hamas fanno parte della preparazione dell’offensiva israeliana. Attualmente, i battaglioni di fanteria e carristi israeliani sono schierati nel settore nord della Striscia di Gaza, in attesa di lanciare l’attacco di terra.

I droni israeliani continuano a sorvegliare i movimenti della guerriglia da cielo. L’intensità e la frequenza degli attacchi aumentano le possibilità di successo per Israele.

Inoltre si è appreso che altre tre comandanti di Hamas – Ebrahim Jadeva, Rafat Abbas e Tarek Maruf – sarebbero stati uccisi a Gaza City, a una quindicina di chilometri da Nir Am.

READ  Esercito Israeliano: blitz mirati con i carri armati nel nord di Gaza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *