Jerez, Marquez cavalca contro il dolore al braccio

Jerez, Marquez cavalca contro il dolore al braccio

Lo spagnolo Honda in azione 4 giorni dopo l’operazione del braccio fratturato: dopo Free3 e Free4 ci prova, ma rinuncia immediatamente alla qualifica

Apparentemente sereno e rilassato, inguainato nella sua tuta e pronto ad agire dopo molte sessioni di fisioterapia e drenaggio linfatico per ridurre al minimo il dolore al braccio destro operato per la frattura dell’omero solo martedì: così è iniziata la giornata di Marc Marquez, che dopo l’incidente del GP di Spagna di domenica 19 luglio è alla ricerca di un incredibile ritorno in gara.

Immediatamente veloce

Arrivato in pista giovedì pomeriggio e dopo aver superato i controlli medici, Marc non ha partecipato alle prove libere di venerdì per agire sabato, nella terza sessione del GP di Andalusia. Un rapido briefing con i tecnici, alcuni esercizi per allentare il braccio infortunato, adeguatamente foderato e protetto sotto la tuta, e dopo un paio di minuti dall’inizio della sessione di prove libere Marc va in pista. Un giro lanciato, poi un altro, poi il primo tempo: 1’38 “246. A 1” 2 dalla miglior cronometro di venerdì a Vinales. Chapeau! Ancora un paio di giri e poi il ritorno ai box. Alla prima impressione sembra che il test in pista sia passato.

ancora in pista

Una consultazione con tecnici e dottori, poi di nuovo in pista per scendere a 1’37 “882 che gli è valso il 15 ° posto provvisorio. C’è stato un altro tentativo, l’attacco a tempo perso e poi la fine della sessione con 18 giri totali e il Diciannovesima volta: non ha accesso al Q1, ovviamente, ma non era questo l’obiettivo.

La consultazione e il libero 4

READ  LIVE MN - Pioli: "Siamo tutti fortemente dalla parte di Milano. Crediamo ancora al quinto posto"

Dopo aver lasciato il garage, Marquez si reca al suo camper per consultare il suo staff e il Dr. Angel Charte e poi anche la Mobile Clinic. Dopo un attento controllo delle sue condizioni, ecco la decisione: lo spagnolo va anche in pista su Free4. Pochi giri, senza forzare troppo, e la 16esima volta (1’38 “513) a circa un secondo dalla cima. Rompere, un’altra uscita e poi il briefing fisico, l’aspetto principale.

q1 e poi fermati

Tempo per Q1 e Marquez va in pista: un giro e poi il ritorno ai box e poi entrare direttamente nel suo camper. La Honda fa sapere in un tweet che la sua qualifica finisce qui: non riprenderà la Q1. Non filtrano ufficialmente, ma è probabilmente anche il segnale dell’abbandono delle sue ambizioni di correre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *