La compagnia Lil’ Kleine è diventata più ricca e più forte nel primo anno della corona

Ciò si riflette negli ultimi conti annuali di Kleine Moeite BV. La compagnia dell’artista ha recentemente presentato i pezzi per il 2020 alla Camera di Commercio (KvK). Nel primo anno della corona, i debiti dell’azienda sono diminuiti e il patrimonio netto è aumentato in modo significativo.

Collegamenti commerciali interrotti

Dopo che il nome d’arte del rapper 27enne Jorik Scholten, Lil’ Kleine, è stato arrestato a febbraio con l’accusa di abuso della sua ragazza, clienti e partner d’affari caddero come sonySpotify e organizzatori di concerti uno sopra l’altro per rompere i legami con lui.

La ricerca di RTL Z ha dimostrato che gli affari di Scholten non stanno comunque andando così bene. Ad esempio, grandi iniziative commerciali, come la sua propria linea di abbigliamento Jorik e il Piattaforma giovanile New Wave che aveva messo in piedi con John de Mol, fallito l’anno scorso.

piccolo sforzo

Anche la sua attività Kleine Moeite non era impressionante, secondo i dati più recenti dell’epoca. A fine 2019 la società aveva un totale di 2,1 milioni di euro. Di tale importo, tuttavia, meno di un quarto di milione era capitale proprio. La società aveva 1,9 milioni di debiti.

Queste cifre erano piuttosto datate. Poiché Kleine Moeite BV doveva ancora presentare conti annuali più recenti, non era chiaro come si fosse sviluppata finanziariamente la compagnia del rapper nel 2020 e nel 2021.

Era ovvio che Kleine Moeite non avrebbe potuto trarre vantaggio dall’ampio reddito da prestazioni di questi anni della corona. Tuttavia, ora sembra che gli affari di Scholten non siano andati così male nel 2020.

READ  Postepay, nuovo tentativo di phishing: non aprire questo messaggio

Nuovi conti annuali

La società del rapper ha recentemente presentato alla Camera di Commercio i conti annuali 2020. Non contiene dati dettagliati su fatturato, costi e profitti. Le cosiddette microimprese non sono tenute a renderle pubbliche.

Tuttavia, contiene informazioni sui beni della società. In primo luogo, mostra che nel 2020 presso Kleine Moeite BV c’erano meno soldi rispetto all’anno precedente. Il totale di bilancio è diminuito di oltre 400.000 euro, da 2,1 milioni a 1,7 milioni di euro.

Debito più basso, capitale più alto

Uno sguardo più attento rivela che questo è meno fastidioso per Scholten di quanto sembri. Tale decremento è dovuto principalmente al minor indebitamento. L’onere del debito è diminuito di oltre mezzo milione di euro, da 1,9 milioni a 1,4 milioni di euro.

Positivo anche lo sviluppo del patrimonio netto di Scholten. Tale importo è passato da quasi un quarto di milione di euro a oltre 363.000 euro, con un incremento del 46%.

Da magro a accettabile

Per l’intenditore: grazie all’aumento del patrimonio e alla diminuzione dell’indebitamento, l’azienda nel suo insieme è diventata finanziariamente più forte. Il cosiddetto merito di credito, che la dice lunga sul rapporto tra denaro proprio e prestiti, è passato da un misero 11,5% a un accettabile 21,1%.

Con un patrimonio netto negativo di 277.000 euro, questa società era tecnicamente fallita alla fine di quest’anno. Non è chiaro fino a che punto il rapper sia finanziariamente influenzato da questo. Tecnicamente, l’azienda fa capo ai suoi ex partner commerciali.

Scacchi nel 2021

Non è noto se anche Kleine Moeite BV sia diventata più ricca e più forte nel secondo anno corona 2021. È possibile che il fallimento della propria linea di abbigliamento e della piattaforma giovanile in quell’anno abbia avuto anche conseguenze finanziarie per l’attività del rapper, ma non è certo.

Come al solito risponde l’artista manager di Scholtens Nathan Moszkowicz I non sulle domande. Il suo portavoce non ha ancora richiamato dopo le richieste di spiegazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.