La donna stipula una polizza con le Poste, il cane è assicurato

Accetta senza esitazione la proposta di stipulare un’assicurazione che il Postmaster General e lo specialista commerciale di AndalIo, piccolo paese di sole 600 anime in provincia di Catanzaro, ho chiesto a Molly di otto anni. Protagoniste della storia: la signora Silvana Polito, originaria del centro di Prato Sila ma ancora lontana per lavoro, la direttrice dell’Ufficio Postale locale, Andrea De Biase e il suo collega Gianluigi Nicoletta, lo sportello di Poste Italiane e, appunto, il barboncino della donna.

“Al di là dell’aspetto economico sicuramente vantaggioso – ha dichiarato la signora Polito – il mio vuole essere anche un messaggio contro il fenomeno dell’abbandono degli amici a quattro zampe, che in estate è sempre più frequente. Andali è un piccolo Paese che ha dimostrato in più occasioni di essere molto aperto. Sono certo che anche da questo lembo di terra possa emergere e rafforzarsi una sensibilità di questo tipo”.

La linea assicurativa ha chiamato la protezione degli animali domestici, hanno spiegato i funzionari dell’ufficio postale, è dedicato ai proprietari di cani, gatti o altri animali domestici, per cortile o sella. La sua sottoscrizione prevede il rimborso delle spese veterinarie solo per gli atti chirurgici, pre e post operatori, nonché la responsabilità civile e la tutela legale per eventuali danni arrecati a terzi.

READ  Smart working semplificato, proroga fino al 31 dicembre per i dipendenti di aziende private

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *