La grande macchia scura di Nettuno ha invertito la direzione: gli scienziati sono confusi

Si è creduto a lungo che la grande macchia scura di Nettuno fosse un sistema di grandi tempeste, di dimensioni simili alla Terra, e che può essere paragonato al nostro buco dell’ozono. Questa tempesta, hanno notato di recente gli astronomi, sembra aver cambiato direzione.

Per essere esatti, la macchia nera è stata identificata dal telescopio spaziale Hubble della NASA nel 2018. Un anno dopo, la tempesta iniziò a spostarsi verso sud, seguendo il percorso di altre tempeste prima di lui. Di solito queste macchie scure sul pianeta vivono per alcuni anni prima di scomparire.

Però, la tempesta smise misteriosamente di spostarsi verso sud e si voltò, andando alla deriva a nord. Allo stesso tempo, gli astronomi hanno individuato un secondo macchia scura – ma più piccola – su Nettuno. “È un processo che non è mai stato osservato. Abbiamo visto alcune altre macchie scure svanire e scomparire, ma non abbiamo mai visto nulla di interrotto, anche se questo è previsto nelle simulazioni al computer.“dice Michael H. Wong dell’Università della California.

La tempesta attuale ha un diametro di 7.403 chilometri; più grande dell’Oceano Atlantico. Poiché la tempesta secondaria – che gli esperti hanno deciso di chiamare Dark Spot Jr. – si estende per 6.276 km. C’è ancora molto mistero che circonda questi misteriosi punti neri, ma il programma NASA Outer Planet Atmospheres Legacy (OPAL) cerca di risolvere questi dilemmi una volta per tutte.

READ  Cos'è la variante giapponese e cosa comporta: cosa c'è da sapere sulla mutazione spiegata da 5 esperti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *