La Russia “spericolata” e gli Stati Uniti “provocatori” si incolpano a vicenda per l’incidente con i droni sul Mar Nero |  All’estero

La Russia “spericolata” e gli Stati Uniti “provocatori” si incolpano a vicenda per l’incidente con i droni sul Mar Nero | All’estero

Secondo Mosca, l’aumento delle operazioni di spionaggio da parte degli Stati Uniti è una delle cause dell’incidente che ha coinvolto martedì mattina un aereo da caccia russo e un drone di sorveglianza americano sul Mar Nero.

“Le cause dell’incidente sono il mancato rispetto da parte degli Stati Uniti della zona di volo ristretta annunciata dalla Russia e stabilita a seguito dello svolgimento dell’operazione militare speciale (in Ucraina), nonché l’aumento delle attività di intelligence contro Interessi russi, ha dichiarato mercoledì il ministro russo Sergey Shoygu in una dichiarazione rilasciata dal suo ministero.

“I voli strategici di droni statunitensi vicino alla Crimea sono di natura provocatoria, creando le condizioni per un’escalation nel Mar Nero”, ha proseguito il comunicato stampa dopo che Shoigu ha parlato al telefono con il suo omologo statunitense Lloyd Austin.

“La Russia non vuole un tale sviluppo di eventi, ma ora risponderà proporzionalmente a qualsiasi provocazione”, ha aggiunto il ministero, osservando che “le maggiori potenze nucleari dovrebbero agire nel modo più responsabile possibile, anche sorvegliando i canali di comunicazione per discutere di qualsiasi situazione di crisi “. .” .’


Citazione

I voli strategici di droni statunitensi vicino alla Crimea sono provocatori e potrebbero causare un’escalation nel Mar Nero

Sergei Shoygu, Ministro della Difesa

In una dichiarazione separata, il ministero della Difesa russo ha affermato che mercoledì anche il capo di stato maggiore Valery Gerasimov ha parlato al telefono con il suo omologo statunitense Mark Milley, senza fornire ulteriori dettagli. Secondo il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, gli Stati Uniti hanno “ignorato” le restrizioni dello spazio aereo imposte dalla Russia nella regione.

READ  Il governo del Regno Unito annuncia una presa di posizione più dura contro gli immigrati illegali

L’ambasciatore russo negli Stati Uniti ha detto di aver avvertito Washington di stare lontano dalle acque territoriali russe. “Non permetteremo più a nessuno di violare le nostre acque”, ha detto l’agenzia di stampa russa Tass citando il diplomatico.

Il testo continua sotto la foto.

Un drone di sorveglianza MQ-9 statunitense in un hangar della base aerea di Ämari in Estonia.
Un drone di sorveglianza MQ-9 statunitense in un hangar della base aerea di Ämari in Estonia. © REUTERS

Intercettato

Il drone americano Reaper MQ-9 si è schiantato martedì nelle acque internazionali del Mar Nero dopo essere stato colpito da un jet da combattimento russo, secondo Washington. Mosca ammette che il drone è stato intercettato dai suoi aerei da combattimento, ma nega qualsiasi contatto che abbia portato allo schianto.

Secondo il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti Lloyd Austin, ha indicato nella conversazione con Shoygoe che gli Stati Uniti continueranno a volare dove consentito dal diritto internazionale. La Russia deve far funzionare i suoi aerei militari in modo sicuro e professionale.


Citazione

La Russia deve far funzionare i suoi aerei militari in modo sicuro e professionale

Segretario alla Difesa Lloyd Austin

Il capo dello staff Mark Milley ha detto mercoledì che non era ancora chiaro se la collisione fosse intenzionale. Secondo lui, è chiaro che la Russia ha deliberatamente interferito con il drone. Secondo lui, l’incidente fa parte di un “modello di comportamento sempre più aggressivo” di Mosca.

Ricerca

Il segretario di Stato americano Antony Blinken voleva solo dire che le indagini sull’incidente erano in corso. Ha detto che non poteva fare alcuna dichiarazione sul possibile intento o sul possibile movente. “Questo è stato un incidente sconsiderato e pericoloso, ma dobbiamo indagare ulteriormente”, ha detto il ministro. Secondo un portavoce del ministero, probabilmente c’è stata “un’azione involontaria da parte della Russia”.

READ  "Lo scontro armato non è assolutamente un'opzione"

La collisione è avvenuta nello spazio aereo internazionale, vicino al territorio ucraino che la Russia sostiene di aver annesso. Secondo gli americani, il drone era lì per un volo di sorveglianza di routine. Il drone è stato improvvisamente colpito da un jet da combattimento russo. La Russia afferma di non essere responsabile dell’incidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *