La Superluna dà il benvenuto ai cieli di aprile: spazio e astronomia

Il Supermoon dà il benvenuto al cielo di aprile: il 27, la luna piena coincide con l’avvicinarsi del nostro satellite alla minima distanza dalla Terra. È un termine poco scientifico e poco apprezzato dagli astronomi dilettanti, che preferiscono parlare di “luna piena al perigeo”. La Luna Piena, più vicina alla Terra, apparirà leggermente più grande, con una differenza di dimensioni di circa il 7% “, affermano gli esperti del ‘Unione Italiana Astronomi Dilettanti (Uai). Anticipano come “anche la luna piena di maggio 2021 sarà una Superluna”.

In questo periodo di pandemia, gli appassionati di astronomia devono fare i conti con il coprifuoco serale e le zone rosse, che limitano le osservazioni, soprattutto da quando è entrata in vigore l’ora legale. Tuttavia, come nel blocco dello scorso anno, chiariscono gli Emirati Arabi Uniti, “alcuni eventi e corpi celesti saranno osservabili anche dalle loro case, da un balcone o da un giardino, accessibile anche a osservatori occasionali”.

A cominciare da pianeti come Venere, che torna protagonista nel cielo serale dopo il tramonto. “All’inizio, per diverse settimane – precisano gli astrofili italiani – il pianeta resterà molto basso sull’orizzonte occidentale, difficilmente distinguibile al crepuscolo. Poi, a fine mese, aumenterà leggermente, e avremo più opportunità per poterlo localizzare ”.

Per quanto riguarda gli altri pianeti, invece, conclude AUI, “Marte continuerà ad essere facilmente osservabile nelle prime ore della notte, in Occidente, nella costellazione del Toro e successivamente in Gemelli. Giove e Saturno, invece, saranno visibili nelle prime ore del mattino, tra le prime luci dell’alba, verso est ”.

READ  Ecco perché la matematica è uno degli strumenti più equi nell'esercizio della democrazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *