L’auto elettrica ora è più costosa da usare rispetto all’auto a benzina

L’auto elettrica ora è più costosa da usare rispetto all’auto a benzina

De Telegraaf lo riporta sulla base dei prezzi correnti dell’elettricità e dei consumi medi che l’ANWB utilizza per un’auto a benzina di classe media.

“Deve rimanere finanziariamente attraente”

L’esperto Roland Steinmetz di EVConsult la definisce una “situazione molto indesiderabile”. “È importante che la guida elettrica rimanga finanziariamente interessante”, afferma.

Gli olandesi che hanno ancora un contratto energetico fisso con le vecchie tariffe possono ancora godere del vantaggio di un’auto elettrica, ma chi deve concludere un nuovo contratto variabile (o l’ha già fatto) costa di più con un’auto elettrica che con una benzina macchina…

Secondo Steinmetz, molti conducenti elettrici non sono già a conoscenza della propria stazione di ricarica, poiché la tariffa è inferiore nelle stazioni di ricarica pubbliche. “Ma questa differenza di prezzo non può continuare”, ha detto a De Telegraaf.

21 kWh ogni 100 chilometri

Marco Eenennaam, esperto di veicoli elettrici presso l’Anwb, spiega al quotidiano che le colonnine pubbliche di ricarica spesso hanno un prezzo massimo grazie a comuni e province. Ecco perché i prezzi sono più bassi lì.

Con un abbonamento ANWB puoi comunque recarti in queste colonnine di ricarica a 0,36 euro al kWh. E questo mentre la tariffa elettrica variabile è attualmente in media di 0,77 euro al kWh. Un’auto plug-in media consuma circa 21 kWh ogni 100 chilometri.

“Dividi i costi”

“Nessuno si aspettava che il prezzo dell’energia salisse alle stelle in questo modo”, afferma l’esperto Steinmetz. “Le parti dovrebbero considerare come ripartiranno i costi”.

Eenennaam di ANWB pensa anche che le tariffe delle stazioni di ricarica aumenteranno a lungo termine. Sottolinea che la ricarica elettrica a basso costo è ancora possibile, ad esempio con i pannelli solari.

READ  I Paesi Bassi e gli Stati Uniti discutono delle restrizioni all'esportazione di macchine per chip in Cina | Economia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *