L’impianto a biomasse di AEB continua a bruciare legname spagnolo, il comune indifeso

L’impianto a biomasse di AEB continua a bruciare legname spagnolo, il comune indifeso

All’inizio di quest’anno la notizia che l’impianto di biomassa AEB a Westpoort sta bruciando potature provenienti dalla Spagna ha suscitato indignazione da parte del consiglio comunale. In effetti, erano stati presi accordi fermi con l’azienda per procurarsi il legno dal proprio quartiere. Ora sembra che la centrale continuerà a bruciare legna spagnola se necessario e il comune è impotente.

Lo scrivono gli assessori Van Doorninck (Sostenibilità) e Kukenheim (Partecipazione) in una lettera al consiglio comunale. Secondo loro, la direzione di AEB ha deciso di continuare a bruciare legna straniera per “interesse commerciale”. L’impianto a biomasse sarebbe stato autorizzato dal consiglio di sorveglianza a bruciare biomasse estranee se nella zona si riscontrassero potature insufficienti e quindi non si potessero rispettare gli accordi di fornitura energetica. Dal 18 marzo hanno iniziato a bruciare 2200 tonnellate di legna dalla Spagna.

Appuntamento

Quando nel 2018 è stato deciso l’arrivo della centrale a biomasse, AEB ha promesso di bruciare le potature solo entro un raggio di 150 chilometri intorno ad Amsterdam. È stata una delle richieste più difficili per combattere la deforestazione. Inoltre, sono stati fatti anche commenti sulla sostenibilità della biomassa come combustibile, poiché la combustione del legno emette molta CO2.

Quindi lo shock è stato grande quando è stato annunciato a febbraio che il la centrale importava ancora legname dall’estero† Il consiglio è stato scontento di non essere stato coinvolto nella decisione, poiché Amsterdam è un azionista al cento per cento. È stata richiesta una riconsiderazione.

Nessuna influenza

La conclusione del riesame è chiara: AEB ha importato legname per interesse commerciale e il Consiglio di Sorveglianza l’ha autorizzata a continuare a farlo. “Il comune ha ottenuto un parere legale sulle possibilità in qualità di socio di influenzare la valutazione che la dirigenza di AEB fa al riguardo. Questo parere legale dimostra che non c’è tale margine di manovra”, si legge nella lettera al comune consiglio.

READ  Google acquista un terreno per un possibile nuovo data center nella provincia dell'Hainaut - IT Pro - News

La decisione di importare le potature è una questione di gestione operativa e quindi di responsabilità della direzione, si legge nella lettera degli assessori. Pertanto, l’azionista, il comune, non può esercitare alcuna influenza. Ci saranno ulteriori ricerche sulla fornitura di biomassa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *