L’inflazione scende bruscamente al 4,4%, il dato più basso da diciotto mesi

L’inflazione scende bruscamente al 4,4%, il dato più basso da diciotto mesi

Notizie ONS

L’inflazione è diminuita bruscamente a marzo, principalmente perché i prezzi dell’energia e del carburante sono notevolmente inferiori rispetto a un anno fa. Molti altri prodotti sono molto più costosi.

A marzo, secondo un calcolo provvisorio di Statistics Netherlands, l’inflazione era del 4,4%. L’inflazione era ancora dell’8% un mese prima. Questo è il tasso di inflazione più basso dall’ottobre 2021.

Il calo non è inaspettato. Nel tasso di inflazione, i prezzi odierni vengono confrontati con i prezzi di un anno fa e nel marzo 2022 i prezzi erano aumentati notevolmente. Durante questo mese è stata misurata un’inflazione del 9,7%. A questo si aggiunge l’inflazione misurata questo mese.

cibo più costoso

Un anno fa erano principalmente l’energia e il carburante ad aumentare di prezzo, ora gli aumenti di prezzo possono essere visti in molti altri prodotti e servizi. Il cibo è più caro del 15% rispetto a un anno fa, i servizi sono aumentati del 5,6%.

Gli economisti non prevedono un rallentamento dell’aumento dei prezzi alimentari prima della fine di quest’anno. Sebbene i prezzi delle materie prime stiano diminuendo, ci vorrà del tempo prima che si abbassino ai prezzi al consumo. Salari più alti significheranno anche che i prezzi continueranno a salire per il momento.

L’energia è quindi diventata molto più economica. All’inizio di questo mese, il prezzo del gas in borsa è sceso sotto i 40 euro per megawattora. Un anno fa, il prezzo della benzina toccava ancora i 200 euro.

READ  Lancia Delta "Nuova mai usata": il sogno del 1991 a km zero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *