L’Italia vuole costruire il ponte più lungo del mondo

L’Italia vuole costruire il ponte più lungo del mondo

Il primo ministro italiano Giorgia Meloni vuole lanciare un progetto infrastrutturale storico che prevede un ponte sospeso che colleghi l’isola di Sicilia all’Italia continentale.

Perché questo è importante?

L’isola di Sicilia è la parte più povera d’Italia. Già in epoca romana si parlava di collegare l’isola alla penisola italica. Ne hanno parlato una volta anche il leader fascista Benito Mussolini e l’ex premier Silvio Berlusconi. L’attuale governo spera che un collegamento con il resto della repubblica possa rilanciare l’economia dell’isola e del sud Italia.

Nelle news: La Sicilia è separata dalla terraferma dallo Stretto di Messina. Un ponte che attraversa questo stretto diventerebbe il più lungo del mondo a 2 miglia (3,2 km).

I dettagli: Il progetto era avanzato da diversi decenni, ma ora il governo conservatore di Giorgia Meloni ha deciso di dargli un’altra possibilità. Questo scrive l’agenzia di stampa ANSA.

  • I lavori di costruzione richiederebbero almeno sei anni, mentre i costi potrebbero raggiungere 8,5 miliardi di euro.
  • L’Unione Europea sarebbe disposta a cofinanziare la prima fase per aiutare ad avviare il progetto.
  • Alcuni piani abbandonati undici anni fa saranno riutilizzati, mentre sono stati richiesti anche nuovi studi tecnici.

L’impatto economico: Il ministro italiano della Mobilità Matteo Salvini ha annunciato il progetto come “un’infrastruttura che ha l’ambizione di diventare la più moderna e sostenibile al mondo”. Ha definito la decisione “un giorno storico per un’Italia che crede in se stessa”.

READ  L'Olanda gareggia con Italia, Croazia e Spagna per la vittoria della finale di Nations League | ADESSO
  • Il progetto dovrebbe inoltre creare migliaia di posti di lavoro. Lo dice il ministro del Lavoro Adolfo Urso. “È anche, in una certa misura, la rinascita dell’industria siderurgica italiana”.
  • Noi costruiamo, la più grande impresa di costruzioni italiana, eseguirà i lavori. Secondo l’amministratore delegato Pietro Salini, il ponte simboleggia il rinnovamento del sud del Paese. Secondo lui, questa parte della repubblica si sta ancora riprendendo da una politica industriale fallita in passato.

Sfide

Ma: Secondo i critici, la costruzione del ponte di Messina presenta ancora molte sfide:

  • Ad esempio, l’area di costruzione è vulnerabile ai terremoti.
  • Altre preoccupazioni citate includono l’interferenza della mafia o di altra criminalità organizzata, problemi di finanziamento e impatti ambientali negativi.

(Per esempio.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *