L’oggetto conosciuto più distante nel sistema solare è stato appena confermato

FarFarOut appena confermato come l’oggetto più distante conosciuto nel sistema solare, si tratta di un grosso pezzo di roccia scoperto nel 2018 a una distanza di circa 132 unità astronomiche dal Sole. È stato recentemente studiato e caratterizzato, e ora sappiamo molto del suo conto e la sua orbita.

Per capire la distanza, basta sapere che Plutone ha una distanza orbitale media di circa 39 unità astronomiche; Le prime osservazioni di FarFarOut, invece, hanno suggerito una distanza orbitale media di 101 unità astronomicheo 101 volte la distanza tra la Terra e il Sole. Il corpo celeste ha un diametro di circa 400 chilometri.

L’orbita della pietra spaziale è molto simile a un ovale, oscillando da 175 unità astronomiche e raggiungendo fino a 27 unità astronomiche, nell’orbita di Nettuno. “FarFarOut è stato probabilmente gettato nel Sistema Solare Esterno avvicinandosi troppo a Nettuno in un lontano passatoha detto l’astronomo Chad Trujillo della University of Northern Arizona. Pprobabilmente interagirà di nuovo con Nettuno in futuro, poiché le loro orbite si intersecano ancora“.

Poiché il corpo celeste è così lontano, è estremamente debole e lo era osservato solo nove volte in due anni. Il team ha dedotto le sue dimensioni in base alla luminosità, ma non sappiamo molto altro; potrebbe essere un file Oggetto molto grande della cintura di Kuiper irregolare, oppure potrebbe soddisfare il criteri per essere classificato come pianeta nano.

FarFarOut impiega un millennio per girare intorno al Sole una volta“dice l’astronomo David Tholen dell’Università delle Hawaii a Mānoa”.Per questo motivo, si muove molto lentamente nel cielo, il che richiede diversi anni di osservazioni per determinare con precisione la sua traiettoria.“.

READ  Ullyses: l'archivio ultravioletto di Hubble

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *