Lombardia in zona rossa fino all’11 aprile – Corriere.it

“La Lombardia resterà ancora per un po ‘zona rossa”. La pressione sugli ospedali è troppo alta: 862 pazienti ricoverati in terapia intensiva, altri 7.109 posti letto occupati in altri reparti Covid. La zona rossa dovrebbe quindi essere confermata per un’altra settimana (fino all’11 aprile). Lo ha confermato il presidente della regione, Attilio Fontana.

Venerdì, presso la sala di controllo CTS, “Possiamo fare il punto della situazione. Alcuni dati stanno migliorando, come RT che è notevolmente diminuito, ma abbiamo ancora valutazioni negative relative all’occupazione di ospedali e terapia intensiva ”. Tradotto, l’indice che calcola la velocità di contagio è ormai inferiore a 1, ma non è più un parametro di moda nelle valutazioni: “Fino a venerdì lo saremo di certo e credo lo saremo per tutta la settimana di Pasqua. Spero che una volta finite le vacanze di Pasqua si possa ricominciare a respirare ”. C’è anche un altro elemento decisivo nelle valutazioni di follow-up. È quello dell’incidenza dei casi. Ad oggi la Lombardia ha registrato 275 casi ogni 100.000 abitanti, sopra la soglia dei 250. Nell’analisi della cabina di regia il periodo di osservazione si conclude giovedì, quindi per abbattere la media, domani sarebbe necessario un report vicino allo zero casi. Cosa che non succederà.

L’incidenza è scesa troppo lentamente negli ultimi giorni, ma c’è una spiegazione che si stanno dando i tecnici della Regione. Riguarda il numero di tamponi: ancora molto alto, nonostante la grande ondata di infezioni passate. Ciò significa che se a marzo di un anno fa, per ogni caso rilevato, ce ne fossero almeno cinque non calcolati, oggi possiamo dire che il sommerso è prossimo allo zero.

Covid e vaccini: dati e prospettive

READ  Campania "zona rossa", De Luca attacca il governo: "Non ha resistito a un'ondata di saccheggi politici e mediatici"

31 marzo 2021 | 16:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *